Tesero - In “missione” contro il Covid  

Ceschini ringrazia gli operatori della Rsa

Tesero. Nel corso dell’ultima seduta consigliare a Tesero tenuta in videoconferenza, la sindaca Elena Ceschini, visto che si era trattato anche il problema della pandemia che ha creato e sta creando...

Tesero. Nel corso dell’ultima seduta consigliare a Tesero tenuta in videoconferenza, la sindaca Elena Ceschini, visto che si era trattato anche il problema della pandemia che ha creato e sta creando gravi disagi alla popolazione, ha colto l’occasione per inviare un sentito ringraziamento a tutti gli operatori della casa di riposo Giovanelli. «Da parte dell’amministrazione comunale – ha scandito la sindaca - desidero farvi sentire più che mai forte il sostegno di tutta la nostra comunità. Questa seconda ondata di contagi da Covid-19, che si è purtroppo rivelata ancora molto pesante ha portato questa bestia chiamata Coronavirus ad oltrepassare le porte della nostra Rsa, con grande preoccupazione e apprensione per gli ospiti della struttura, evidentemente facenti parte della categoria più a rischio di eventuali complicazioni. Possiamo solo immaginare - ha aggiunto Ceschini - come possa essere in questi giorni il lavoro di tutti voi che operate all'interno della struttura: medici, infermieri, Os, dirigenti, tutti pervasi dallo stesso senso di abnegazione verso quella che è più una missione che un lavoro, con l'unico scopo comune di proteggere, curare, sostenere e difendere la fascia di persone più deboli: i nostri anziani. Credo che solo chi conosce davvero la realtà di una casa di riposo possa capire pienamente cosa significhi affrontare ogni giorno un nemico invisibile come questo virus in una struttura del genere. Un virus che costringe gli ospiti a stare lontani dai propri affetti, a combattere contro un male che per loro a volte può risultare anche fatale.

Paura, rabbia, impotenza: tanti sono i sentimenti che immaginiamo possano sopraffare a volte ognuno di voi. Stremati da turni massacranti, vi trovate in prima linea in questa che si può considerare una vera guerra contro questo nemico che a volte sembra più forte di noi. Ma siamo sicuri che così non sarà: presto queste giornate di angoscia, di apprensione (anche evidentemente verso la vostra salute) e di lavoro interminabile finiranno e saranno solo un brutto ricordo.

Ma fino a che questo non accadrà, sappiamo che i nostri anziani sono in ottime mani: le vostre. Desidero quindi con tutto il cuore dimostrarvi la nostra immensa gratitudine nei confronti di tutti voi, che siete dei veri e propri eroi in questa situazione. Spero vi arrivi più forte che mai - ha concluso la sindaca - il nostro sostegno e il nostro incoraggiamento, affinché la paura lasci spazio alla speranza, l'impotenza venga sostituita da nuove energie, e la disperazione lasci il posto ad un atteggiamento il più possibile positivo, per riuscire ad affrontare al meglio queste difficilissime giornate». L.CH.