il cordoglio

Addio a Graziella Anesi, il sindaco di Trento Ianeselli: «Ci mancheranno la sua fragilità forte e la sua intelligenza»

Il ricordo: «A pensarci non sembra possibile, perché l’energia di Graziella pareva davvero inesauribile e straripante» (foto Fb Franco Ianeselli)



TRENTO. E’ con commozione gratitudine che il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, ricorda Graziella Anesi, presidente di Handicrea e grande paladina dei disabili la cui scomparsa sta suscitando vasto cordoglio in tutto il Trentino.

Ecco cosa scrive su Facebook: “Una delle prossime settimane dobbiamo andare a fare un sopralluogo insieme”. Graziella Anesi mi aveva buttato lì la proposta appena prima di Natale, quando era venuta a Palazzo Geremia per presentare il progetto “Le case parlanti”, che si riprometteva di rendere accessibili a chiunque gli edifici storici della città. Non so bene quale sarebbe stata la meta della spedizione, di sicuro un edificio, un marciapiede, un angolo di città “ostile” ai disabili.
Quel sopralluogo non lo faremo mai più, purtroppo, perché Graziella Anesi se ne è andata all’improvviso. A pensarci non sembra possibile, perché l’energia di Graziella pareva davvero inesauribile e straripante. La sua fragilità forte, la sua intelligenza, il suo pensiero positivo ci mancheranno enormemente. Ci mancheranno le sue proposte, le sue battaglie, il suo impegno nella cooperativa Handicrea e dovunque ci fosse bisogno di difendere un diritto, di chiedere pari opportunità per tutti i cittadini. 
La città cercherà di essere all’altezza del tuo inarrivabile esempio. Riposa in pace Graziella”.

















Montagna







Dillo al Trentino