montagna

Val di Fassa, 72enne cade lungo il sentiero: è grave

L’escursionista stava percorrendo il sentiero che collega il rifugio Vajolet al Re Alberto. Portato in elicottero al S.Chiara



TRENTO. Un uomo di 72 anni è stato coinvolto nel primo pomeriggio di oggi (16 settembre) in una caduta di un paio di metri lungo il sentiero 542, che collega il rifugio Vajolet al rifugio Re Alberto, in Val di Fassa. L'incidente è avvenuto nella parte alta del sentiero, appena sotto il primo pilone della teleferica che approvvigiona il rifugio. Si tratta di un percorso misto di rocce e ghiaia, il cui superamento è agevolato dalla presenza di cavi d'acciaio. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata attorno alle 14.15.

La Centrale unica di Trentino Emergenza, con il coordinatore dell'Area operativa Trentino Settentrionale del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino, ha chiesto l'intervento immediato dell'elicottero, mentre quattro soccorritori della locale stazione si mettevano a disposizione raggiungendo la piazzola a valle. Il gestore del rifugio Vajolet, anch'egli soccorritore, ha provveduto invece a supportare l'atterraggio dell'elicottero in quota.

Alla prima chiamata, l'uomo sembrava riportare un trauma cranico ma era ancora cosciente, mentre all'arrivo dell'equipe medica riportava già segni di parestesie alle gambe. Intubato in volo per via dell'aggravarsi delle condizioni, è stato infine elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento.

















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 







Dillo al Trentino