la tragedia

Si lancia dal monte Casale e sbatte contro la roccia: muore base jumper

Il 37enne francese è rimasto appeso nel vuoto con la vela impigliata nella roccia. L’allarme è stato dato da una persona che lo ha notato da valle

TRENTO. Un base jumper francese di 37 anni ha perso la vita dopo essersi lanciato con la tuta alare dal Monte Casale (valle del Sarca).

L'uomo, per cause in fase di accertamento, è andato a sbattere contro la roccia rimanendo appeso nel vuoto con la vela impigliata in parete sullo zoccolo del monte Casale, a circa 300 metri da terra tra l'abitato delle Sarche e Pietramurata.

La chiamata al Numero Unico 112 è arrivata intorno alle 16 da un persona che, da valle, ha notato la vela.

Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino meridionale, ha chiesto l'intervento dell'elicottero mentre in località Sarche si portava una squadra di operatori della Stazione di Riva del Garda.

L'elicottero ha verricellato il Tecnico di Elisoccorso in parete, a distanza di sicurezza per evitare che l'aria provocata dai rotori gonfiasse la vela e la facesse precipitare a terra.

Il soccorritore si è calato fino a raggiungere il base jumper ma per l'uomo non c'era nulla da fare e il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. In una seconda rotazione, l'elicottero ha recuperato a bordo un secondo Tecnico di Elisoccorso e un operatore della Stazione di Riva del Garda per dare un aiuto nelle operazioni di recupero della salma che, dopo il nullaosta delle autorità, è stata elitrasportata in località Sarche e affidata ai Carabinieri.