il caso

Campiglio, scia sulla pista chiusa al buio e inciampa in un cavo in tensione: salvo ma multato

Il turista belga sanzionato dai carabinieri sciatori che vigilano sul comprensorio sciistico



CAMPIGLIO. Proseguono con costanza i controlli dei Carabinieri impiegati nel servizio di vigilanza delle piste di Madonna di Campiglio e Pinzolo, talvolta anche oltre l'orario di apertura al pubblico dei comprensori, finalizzati a garantire la sicurezza degli sciatori, limitando i comportamenti imprudenti e scorretti. Numerosi sono stati i servizi dopo l'orario di chiusura nei due comprensori sciistici, nel momento in cui i mezzi per la fresatura e battitura delle piste entrano in azione, e diventa altamente rischioso impegnare le piste con gli sci.

In particolare, nei giorni scorsi - precisa una nota dell'Arma - i Carabinieri sciatori del Comando Stazione Carabinieri di Madonna di Campiglio hanno sanzionato uno sciatore belga che, nonostante i tracciati fossero chiusi e vi fossero già i gatti delle nevi impegnati nella quotidiana opera di manutenzione, ha deciso di concedersi un'ultima solitaria discesa con rischio di imbattersi con i verricelli, che possono trovarsi nel percorso da monte a valle. Infatti, lo sciatore, scendendo al buio e non vedendo il cavo in tensione ad altezza di circa un metro dal suolo, lo ha urtato violentemente cadendo a terra e perdendo gli sci. Fortunatamente l'incidente non ha avuto gravi conseguenze.

Lo sciatore è stato sanzionato dai Carabinieri della Stazione di Madonna di Campiglio. La discesa delle piste oltre l'orario di apertura, in orario notturno, rappresenta un pericolo perché non è immediato il soccorso in caso di sinistro, ma soprattutto perché lo sciatore può incappare, come è accaduto, nei mezzi meccanici dedicati alla battitura del tracciato.

Ulteriori attività di controllo sono state organizzate anche per il comprensorio di "Pinzolo - Doss del Sabion". Per la sicurezza delle piste - sottolineano i Carabinieri - rimane però fondamentale, da parte dei numerosi sciatori che giornalmente le impegnano, il rispetto delle regole.













Scuola & Ricerca

In primo piano

tragedia

Dramma a Scurelle, trovato morto nella segheria

La vittima è Natalino Paradisi, 55 anni di Castel Ivano. L’incidente lunedì sera 27 maggio, a dare l’allarme dei passanti. L’uomo sarebbe rimasto schiacciato dalla sponda del camion