sicurezza

Campiglio, i carabinieri si allenano al soccorso sulle piste con il defibrillatore

In attesa dell’apertura delle piste prevista per il 26 novembre



MADONNA DI CAMPIGLIO. In vista dell’approssimarsi della stagione a Madonna di Campiglio, la cui apertura è prevista per il 26 novembre 2022, i carabinieri che saranno impegnati nelle attività di vigilanza e soccorso sulle piste da sci hanno partecipato, nei giorni scorsi, al corso di “retraining” con focus sull’utilizzo del defibrillatore in pazienti adulti e bambini, organizzato dal “Centro accreditato per iniziative della formazione in ambito dell’emergenza ed urgenza e per l’uso del DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) per personale non sanitario” con sede presso l’Associazione Volontari Servizio Trasporto Infermi di Pinzolo.

Nel corso dell’attività addestrativa, oltre alla parte teorica, è stato dato ampio spazio alla parte pratica, in particolare alle manovre da eseguire in caso di ostruzione delle vie aeree, avvalendosi di manichini didattici per rianimazione, al fine di testare la corretta esecuzione delle manovre.

L’aggiornamento in tale ambito è fondamentale per garantire un soccorso tempestivo e professionale, che assicuri un soccorso efficace, in attesa dell’intervento del personale sanitario e, nei casi più gravi, dell’elisoccorso con il medico rianimatore.

Durante la scorsa stagione sono stati operati dai Carabinieri, sulle piste da sci di Madonna di Campiglio e Pinzolo, più di mille interventi di soccorso, di cui 27 con intervento di elisoccorso, ed in un caso una giovane ragazza è stata salvata proprio grazie alle manovre eseguite prontamente dalla pattuglia sciatori dell’Arma.

Data l’utilità dell’attività e la disponibilità degli istruttori, sono già state pianificate ulteriori sessioni addestrative.

















Cronaca







Dillo al Trentino