la tragedia

La canoa si rovescia all’improvviso, un uomo muore annegato nel fiume. Gravissimo l’altro turista

Drammatico il bilancio di un incidente che ha coinvolto una canoa lungo il fiume Mincio, a Valeggio, a pochi chilometri dalle sponde meridionali del Garda. A vuoto il coraggioso tentativo di salvataggio da parte di una persona che era nei pressi del fiume al momento della disgrazia

MINCIO. È di un morto e un ferito in gravi condizioni il bilancio di un incidente che ha coinvolto una canoa lungo il fiume Mincio, a Valeggio, a pochi chilometri dalle sponde meridionali del lago di Garda, località frequentata abitualmente anche dai trentini. L'imbarcazione, sui cui si trovavano in due, per cause ancora da accertare si è improvvisamente rovesciata. Uno degli occupanti, un turista, è annegato, mentre un altro uomo è stato riportato a riva, in gravi condizioni, dai vigili del fuoco, intervenuti con i sanitari del 118. Il ferito è stato trasportato con l'elicottero all'ospedale di Borgo Trento, a Verona. Sulla dinamica dell'incidente indagano i Carabinieri.

L'incidente ha visto anche il coraggioso tentativo di una persona tuffatasi nel Mincio per cercare di salvare, senza riuscirvi, i due canoisti. Il soccorritore si trovava a riva, esausto, mentre in acqua galleggiava esanime l'uomo che poi, dopo lunga rianimazione, è stato trasportato in elicottero all'ospedale. E' questa la ricostruzione fornita dal Soccorso alpino e speleologico del Veneto La vittima, invece, si trovava più a valle. Il corpo si era fermato all'altezza di una briglia, ed è stato recuperato sempre con un verricello dall'elicottero di Verona Emergenza.