l’analisi

Auto usate: si comprano diesel con più di 10 anni

L’analisi dell’Unrae: la maggioranza sono scambi fra privati. Dati stabili in regione



TORINO. Calano del 9,9% i trasferimenti di proprietà di autovetture nei primi 3 mesi del 2022 a 1.157.343 unità rispetto a 1.285.041 dello stesso periodo 2021. Mentre i trasferimenti netti perdono oltre l'11%, le minivolture segnano una contrazione dell'8,2%.

Emerge dalla nuova analisi del mercato delle auto usate nel primo trimestre 2022 (con dati in attesa di consolidamento) dell'Unrae che d'ora innanzi la diffonderà con cadenza mensile.

Con il 49,3% il diesel è la motorizzazione prescelta fra le auto usate trasferite nel primo trimestre 2022, seguito dal benzina al 39,7%. Le auto elettriche pure passano dallo 0,1% allo 0,6% e le plug-in salgono allo 0,4%.

In deciso aumento nel primo trimestre anche gli scambi di autovetture con oltre 10 anni di anzianità, che superano la metà dei trasferimenti. Cresce la quota delle auto da 4 a 6 anni di età (12%) e di qualche decimale quella da 6 a 10 anni (15,1%). In contrazione la quota delle auto più fresche, soprattutto quelle da 1 a 2 anni (al 12,6%), per la riduzione delle Km0.

Il 35% dei trasferimenti di proprietà nel trimestre è avvenuto in Lombardia, Lazio e Campania. Tutte in calo le regioni italiane rispetto allo stesso periodo 2021, fatta eccezione per il Trentino Alto Adige che è riuscito a segnare una stabilità, grazie ai trasferimenti di auto usate provenienti da operatori. 

















Cronaca







Dillo al Trentino