Borgo 

Un alloggio del Comune per famiglie in difficoltà

Borgo. La giunta comunale ha deciso di destinare l’alloggio al primo piano dell’edificio sito in via del Mercato 7 ad assegnazioni temporanee emergenziali di tipo sociale. Il Comune è proprietario...



Borgo. La giunta comunale ha deciso di destinare l’alloggio al primo piano dell’edificio sito in via del Mercato 7 ad assegnazioni temporanee emergenziali di tipo sociale. Il Comune è proprietario dell’edificio di via del Mercato, composto di due appartamenti siti rispettivamente al piano terra e al primo piano. L’appartamento al primo piano era stato concesso in locazione 30 anni fa, con delibera della giunta comunale dell’aprile 1990 ed ora l’alloggio è libero e risulta disponibile. L’appartamento al piano terra invece fino al 2013 era destinato ad essere assegnato per interventi di tipo sociale, relazionati dal Servizio socio-assistenziale della Comunità di Valle per immediate esigenze e limitatamente al tempo necessario per risolvere o superare lo stato di bisogno, ma ad oggi l’appartamento risulta inagibile.

Considerato che non sono inusuali episodi emergenziali di abitabilità derivanti da impreviste difficoltà temporanee dei cittadini e che l’amministrazione comunale, è stato deciso di riconsiderare la destinazione degli alloggi di proprietà comunale per assegnarli, al verificarsi del caso, a cittadini residenti in stato di bisogno. In tal senso si è ritenuto opportuno utilizzare l’edificio di via del Mercato e in particolare l’appartamento al primo piano, che risulta ammobiliato e disponibile, per l’immediata assegnazione temporanea per soggetti e famiglie che si trovano improvvisamente in emergenza. Vista l’eccezionalità e immediatezza dei casi emergenziali, in deroga al canone convenzionale, è stabilito un affitto mensile di 150 euro, Iva compresa, oltre all’addebito per la spesa delle utenze (di cui un acconto da pagarsi anticipatamente) per il periodo di permanenza. M.C.

















Cronaca







Dillo al Trentino

Podcast

Dall’ergastolo all’assoluzione: ma la conclusione del giallo del camion killer è tragica

L’uomo accusato dell’omicidio di Loredana Dominici viene prima condannato all’ergastolo e poi assolto in appello. Morirà suicida, a 45 anni, gettandosi da una finestra del quarto piano

LA SERIE / 1 La strage di Vetriolo
LA SERIE / 2 Lo scolaro e la maestra

LA SERIE / 3 Il mistero della cisterna
LA SERIE / 4 Scomparsa nel nulla
LA SERIE / 5 Rapina di sangue

LA SERIE / 6 La bambina sacrificata