«Medical Wellness quadro finanziario entro gennaio»

Levico terme. Si è tenuta ieri nel palazzo delle Terme di Levico la conferenza stampa di presentazione del nuovo direttore generale, il dottor Claudio Alì. Ad aprire l’incontro svoltosi alla presenza...

Levico terme. Si è tenuta ieri nel palazzo delle Terme di Levico la conferenza stampa di presentazione del nuovo direttore generale, il dottor Claudio Alì. Ad aprire l’incontro svoltosi alla presenza del sindaco Gianni Beretta e dell’assessore al Turismo Monica Moschen, è stata la presidente di Levicofin srl e Levico Terme spa Donatella Bommassar che ha illustrato gli obiettivi futuri della società relativo all’apertura del Centro Medical Wellness: «Con la nomina del nuovo direttore, si apre un nuovo percorso molto importante per noi. Tra i tanti candidati è stato scelto il dottor Alì per la sua esperienza in campo finanziario anche se sulla parte squisitamente termale dovrà imparare parecchie cose, ma siamo certi di aver individuato la persona giusta che ci accompagnerà in questo percorso complesso con il progetto dell’apertura del Centro Medical Wellness, grande scommessa per Levico. Speriamo nel ritorno alla normalità perchè avremo un’offerta importante con specifici trattamenti».

Subito dopo la Bommassar, è intervenuto il nuovo Dg delle Terme Alì che ha ricoperto il ruolo di responsabile finanziario in aziende operanti all’interno di vari settori ed è stato Direttore Generale della Patrimonio del Trentino spa, società controllata dalla Provincia impegnata nella gestione del patrimonio immobiliare pubblico.

«C’è tanto lavoro da fare ma il tempo è davvero poco -ha affermato Alì-. Purtroppo il Covid ha rallentato tutto e da un punto di vista finanziario ci sono maggiori difficoltà ad attingere ai finanziamenti. Il progetto del Medical Wellness abbraccerà tutta la Valsugana e avrà una notevole valenza turistica oltre a quella sanitaria. Ci confronteremo con la Provincia ma anche con l’amministrazione comunale di Levico per sviluppare tutti i progetti. L’obiettivo è quello di arrivare a fine gennaio ad avere il quadro finanziario completo evento contezza di chi metterà i soldi sia dal punto di vista societario che bancario potendo così iniziare il percorso con i costruttori che poi coinvolgerà le aziende del territorio». B.C