Due grandi progetti  in cerca di finanziamento 

Borgo. Presentati ieri in consiglio comunale la riqualificazione del Parco della Pace che costerà poco più di 2 milioni di euro e l’ampliamento del parcheggio Carlon in Val di Sella da 887mila euro

di Marika Caumo
Borgo. La riqualificazione del Parco della Pace e l’ampliamento del parcheggio Carlon in Val di Sella. Due progetti preliminari, altrettante opere che qualora troveranno finanziamento andranno ad arricchire il paese. Se ne è discusso ieri pomeriggio in consiglio comunale, convocato come sempre in videoconferenza.

La proposta preliminare per il Parco della Pace, realizzata dall’architetto Lanfranco Fietta, prevede l’implementazione dell’arredo urbano, per rafforzarne la fruizione ed il senso di appartenenza da parte della popolazione. Un’area grande e molto bella, ma ad oggi sottoutilizzata. L’intenzione dell’amministrazione è quella di riqualificarla dal punto di vista funzionale, creare un’area non solo destinata al relax ma trasformare il parco in uno strumento urbano dove l’aspetto culturale, ricreativo e sociale si mescolino, un punto di riferimento e ritrovo per tutti. Diverse le proposte progettuali emerse: si intendono individuare percorsi in sicurezza per bambini e ragazzi visto che il parco si trova vicino alla nuova scuola elementare di via Temanza, creare aree gioco attrezzate per loro ma anche un piazzale multifunzione che possa essere utilizzato per il pattinaggio. Si valuta altresì di dotare il parco di una “conchiglia acustica”, una struttura flessibile ed elemento artistico che vada ad ampliare e diversificare le attività ricreative e culturali nell’arco della giornata, in particolare nelle serate estive. In tal senso viene proposta una illuminazione “artistica” delle varie strutture e percorsi, per essere fruiti anche la sera, in modo che il parco diventi un ulteriore piazza, ma verde, di Borgo. Inoltre si intendono installare opere d’arte in collaborazione con il nuovo percorso culturale ed espositivo “Arte Sella Sky Museum” che si svilupperà all’interno del centro storico ed infine valorizzare il Brenta che scorre di fianco al parco, attraverso la realizzazione di aree sosta/lettura, una sorta di penisole che si affacciano sul fiume. E’ previsto anche un incremento di posti auto nel vicino parcheggio del parco, nuovi accessi verso est e percorsi pedonali che collegano Corso Ausugum con il parco e Piazzetta Ceschi. “Il progetto da degli spunti. Si tratta di idee scorporabili, che vanno approfondite in commissione consiliare, portando avanti quelle più idonee” ha precisato il sindaco Enrico Galvan. Un intervento che, sommando il costo dei singoli percorsi e strutture, arriva a poco più di 2 milioni di euro, e che ha ottenuto il voto unanime dei 15 consiglieri presenti.

Unanimità anche per quanto riguarda l’ampliamento del parcheggio di località Carlon, in Val di Sella. Qui il progetto preliminare è stato realizzato dall’architetto Roberto Vignola, a fronte della volontà e necessità di implementare i posti auto rispetto all’attuale parcheggio. Una volta realizzato, ospiterà complessivamente 150 posti auto (raddoppiando la capienza attuale), di cui 8 per disabili. L’ingresso carrabile del parcheggio sarà dotato di un sistema di rilevazione delle targhe e di erogazione dei biglietti a tempo. Seguendo l’orografia esistente, ci sarà un leggero dislivello fra la strada ed il parcheggio, sfruttabile per attuare una mitigazione nella percezione dello stesso attraverso la creazione di un tomo che sarà piantumato e che delimiterà il parcheggio dalla viabilità. Delimitato da un muro rivestito in pietra, il parcheggio alternerà due tipi di pavimentazioni: la viabilità interna e gli spazi di manovra saranno in stabilizzato mentre le aree di sosta verranno realizzate con autobloccanti a verde passante. Ad est ci sarà un’area sosta per le corriere, per un totale di 6 posti. All’interno del parcheggio potranno essere collocati dei porta biciclette. Nel progetto sono stati ipotizzati anche un modulo prefabbricato in acciaio e legno per creare delle isole di ombreggiamento ed un modulo da destinare ad ufficio nell’eventualità di dovere gestire l’area di parcheggio o di disporre di un deposito. Il costo è di 887mila euro, che scendono a 721 se si scorporano i moduli ufficio ed ombreggiamento.