l’iniziativa

Un buono spesa da 50 euro per ogni residente in Vallarsa

La decisione dell’amministrazione comunale per le famiglie (un buono per ogni componente) e per aiutare le attività commerciali e artigianali del territorio. Vietati alcol, sigarette, slot e lotterie

VALLARSA. Un buono spesa da 50 euro per ogni componente di tutte le famiglie della Vallarsa.

Un buono per aiutare certo i residenti ma anche per “spingere” le attività commerciali e artigianali del Comune che hanno aderito all’iniziativa.

“Assieme al notiziario comunale Vallarsa Notizie – si legge nel comunicato – quest’anno i vallarseri riceveranno anche una lettera firmata dal sindaco Luca Costa e contenente i buoni spesa che il Comune ha pensato di distribuire per sostenere le famiglie e rilanciare i consumi locali dopo i lunghi mesi della pandemia che, purtroppo, sembra ancora non finire.

Il Comune impegna un totale di 67.750 euro, che saranno suddivisi in buoni nominali di 50 euro a persona: ad ogni famiglia viene recapitato un numero di buoni pari al quello dei suoi componenti, come risultante dalla situazione anagrafica.

Il buono va speso entro il 31 dicembre di quest’anno nele attività commerciali e artigianali del territorio che hanno aderito all’iniziativa; non può essere utilizzato per acquistare bevande alcooliche o prodotti da fumo, nemmeno per le varie tipologie di gioco con premi in denaro e non (slot, lotterie, lotto...).

I buoni sono nominali ma possono essere ceduti, una sola volta, ad altra persona purché residente anch’essa sul territorio di Vallarsa.

Il buono dovrà essere utilizzato per importi di spesa almeno pari al valore dello stesso.

Il sindaco Costa, nella sua lettera ai concittadini, invita a sostenere l’economia locale – se possibile - con spese anche superiori a quelle del buono, in modo da generare un positivo effetto moltiplicatore sul territorio.