I disagi

Tubature rotte e acqua sprecata: terzo caso in pochi mesi a Civezzano

L’ennesima segnalazione domenica mattina dalla zona di via Sabbionare. Si spera nel Pnrr per poter risolvere la situazione


di Fabio Peterlongo


TRENTO. Nella mattinata di domenica 31 luglio si è verificata un'abbondante perdita d'acqua dalla tubatura che percorre via Sabbionare a Civezzano: una residente preoccupata per lo spreco idrico ha deciso di segnalare la vicenda, dato che questi guasti si stanno ripetendo con una certa frequenza a distanza ravvicinata.

Stando alla ricostruzione della residente, di nome Irene, la rottura delle tubazioni sarebbe stata segnalata attorno alle ore 10 e l'intervento degli addetti alla manutenzione di AMAmbiente (l'azienda partecipata che gestisce la rete idrica) sarebbe avvenuto dopo circa un'ora e mezza.

 «È la terza volta che le tubature si rompono nel giro di pochi mesi, è un vero peccato che tutta quest'acqua venga sprecata - ha detto Irene - Ma il problema delle perdite d'acqua qui va avanti da molto tempo: mia madre, che abita in questa zona da cinquant'anni, racconta che guasti simili avvengono da sempre».

Attorno alle ore 12 il personale del gestore AMAmbiente è intervenuto, ma Irene sottolinea come non possano bastare gli interventi di aggiustamento dei guasti: «Serve un intervento strutturale capace di ripristinare l'integrità delle reti. Si era parlato di attingere alle risorse europee del Pnrr, che possono essere utilizzate per rimodernare le reti idriche - riflette Irene - Ma c'è troppa burocrazia, i cittadini chiedono che chi detiene il potere politico intervenga per snellire le procedure».

Sul luogo del guasto è arrivata di persona la presidente del Consiglio Comunale di Civezzano, Antonella Zucchelli: «Il problema della manutenzione delle reti idriche è diffuso in tanti piccoli comuni simili al nostro, non succede solo a Civezzano - ha precisato la presidente - Purtroppo le risorse a disposizione delle casse dei piccoli comuni sono modeste e possiamo solo tamponare il problema. Ma ciò non significa che noi come Comune stiamo a guardare: cerchiamo risorse e ci attiviamo».

Zucchelli conferma come via Sabbionare sia particolarmente bersagliata da questo tipo di guasto, ma sottolinea il rapido intervento del personale addetto alla manutenzione: «Anch'io risiedo nella zona ed il problema c'è, ma AMAmbiente è sempre intervenuta con tempestività».

A riguardo abbiamo sentito anche la sindaca di Civezzano Katia Fortarel: «In via Sabbionare si sono verificate perdite d'acqua importanti e il gestore è intervenuto ripetutamente su sollecitazione sia dei cittadini sia della nostra amministrazione - indica la sindaca - Proprio in questi minuti mentre parliamo gli operatori di AMAmbiente sono al lavoro per individuare e riparare la rottura nella tubatura. Inoltre AMAmbiente ha dato mandato ad una ditta esterna di condurre un'analisi completa in merito all'integrità delle reti idriche comunali».

La sindaca ha sottolineato come un intervento complessivo di manutenzione sia molto oneroso in termini economici: «Serve un ragionamento pluriennale e risorse economiche che i piccoli comuni come il nostro da soli non hanno». La sindaca ha perciò annunciato un ricorso ai fondi europei del Pnrr: «Ci siamo candidati ad un bando Pnrr che destinerà 4 milioni di euro a Civezzano per il ripristino delle reti idriche. La nostra candidatura è pronta, siamo in attesa del decreto governativo che stanzierà effettivamente i fondi».

















Cronaca

LE FOTO

Ossana dei 1600 presepi: c'è quello dedicato agli eroi della pandemia

Oltre 1.600 presepi si snodano tra i vicoli e nelle case di Ossana, realizzati da artisti e residenti con materiali spesso inconsueti come sementi , stoffe, legno e cera d'api. Spicca quello dedicato a operatori sanitari e volontari che, durante la pandemia, hanno salvato delle vite sacrificando la propria. LE FOTO







Dillo al Trentino