memoria

Trento, al parco San Marco la cerimonia in memoria delle vittime del Covid. La contestazione silenziosa dei No Vax

Primule colorate e la musica degli allievi del Bonporti per ricordare i 342 morti

LE FOTO: La protesta con i cartelli


di Claudio Libera


TRENTO. Questa mattina, (sabato 18 marzo), alle 9.30, nel giardino San Marco è tornata per il terzo anno consecutivo la cerimonia in memoria delle vittime del Covid. Come da tradizione, sono stati piantati dei fiori nell’aiuola intorno alla fontana: dopo i giacinti degli anni scorsi, questa volta l’ufficio Parchi e giardini comunale ha scelto le primule colorate. Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco Franco Ianeselli, il nuovo commissario di Governo Filippo Santarelli, il vicequestore Luigi Di Ruscio, rappresentanti della Provincia, dell’Azienda sanitaria, della Diocesi, dell’ordine del medici, della Croce rossa.

All'ingresso di via San Marco e poi nel parco, la folta rappresentanza degli attivisti No vax con foto, cartelli e manifesti. Ad aprire la cerimonia è stata la musica del “Silenzio”, eseguito dal “BbRass”, complesso di ottoni del liceo musicale coreutico Bonporti.

Trento, gli studenti suonano il "Silenzio" in memoria delle vittime del Covid. Contestazione silenziosa dei No Vax

Al parco San Marco la cerimonia in memoria delle vittime del Covid. Primule colorate e la musica degli allievi del Bonporti per ricordare i 342 morti. Ad aprire la cerimonia il “Silenzio”, eseguito dal “BbRass”, complesso di ottoni del liceo musicale coreutico Bonporti. Dopo gli interventi delle autorità, a chiudere sono state ancora le note, con l'esecuzione dell' "Inno alla Gioia” (video di Claudio Libera)

Dopo gli interventi delle autorità, a chiudere sono state ancora le note, con l'esecuzione dell' "Inno alla Gioia”. Nella città di Trento, dall’inizio della pandemia nel marzo 2020, sono morte 342 persone per Covid, mentre i positivi sono stati poco meno di 50 mila.













Scuola & Ricerca

In primo piano

Mobilità

Trento è "ComuneCiclabile" Fiab per la settima volta

Il capoluogo trentino ha ottenuto la simbolica bandiera gialla che premia le amministrazioni più virtuose in termini di mobilità sostenibile riuscendo a migliorare il punteggio dello scorso anno passando da 3 a 4 bikesmile.