L'ADDIO

Scomparso l'ex rettore Fulvio Zuelli, Università di Trento in lutto

Docente di Istituzioni di Diritto Pubblico, fu anche presidente dell'Opera Universitaria. Il Gruppo consiliare provinciale del Pd: "Intellettuale di straordinario valore"

TRENTO. Lutto nel mondo accademico per la scomparsa del professor Fulvio Zuelli, ex rettore dell’Università di Trento e poi presidente dell'Opera Universitaria.

«Durante il suo rettorato l'ateneo è cresciuto, si è sviluppato e si è aperto alla comunità locale. Lui con l'Università aveva un rapporto speciale che ha mantenuto anche dopo la fine del suo mandato. Era sempre attento, vigile», afferma il rettore Paolo Collini

Il Gruppo consiliare provinciale del Partito Democratico del Trentino, in una nota a firma della presidente Sara Ferrari, lo ricorda il professor Zuelli come "intellettuale di straordinario valore" ed "esprime un profondo sentimento di cordoglio".

Arrivato a Trento nel lontano 1984 come professore ordinario della cattedra di Istituzioni di Diritto pubblico, "in breve e grazie ai suoi molti meriti, ha ricoperto i ruoli più prestigiosi del mondo accademico, forte di una profonda cultura non esclusivamente giuridica e di una grande disponibilità al dialogo ed al confronto".

"Non solo l'Università, ma tutto il Trentino sono debitori al prof. Zuelli di un apporto culturale costante e mai banale, ispirato ai principi di una critica costruttiva e di una visione ampia del Diritto e delle sue applicazioni, secondo la migliore tradizione della Giurisprudenza italiana".

"Ai familiari giunga un pensiero di vicinanza - conclude Sara Ferrari -, nella certezza di un ricordo vivo e duraturo nel tempo per un uomo ed uno studioso capace di lasciare un segno tangibile nella storia di questa terra".