TRENTO

Salvini giovedì a Trento lancia la sua campagna per le provinciali

Il leader della Lega inizia dal capoluogo il suo tour post elettorale. Appuntamento nella sala della Cooperazione

TRENTO. Il ferro va battuto finché è caldo. Scatta da Trento - la roccaforte del centrosinistra espugnata - il tour post elettorale di Matteo Salvini, quello per festeggiare la vittoria che ha portato il Carroccio a diventare il primo partito, attestandosi al 27% in Trentino. Il leader della Lega giovedì sera, 15 marzo, parlerà nella sala della Cooperazione (ore 20.30).

Ma lo sbarco di Salvini manda anche un segnale politico preciso ad una maggioranza provinciale ancora in piena elaborazione della scoppola incassata il 4 marzo. Qualche cosa come “Siamo ancora qui e ci saremo anche per le provinciali di ottobre”.

Nella campagna elettorale Salvini era stato l’unico segretario di partito a venire in Trentino e non solo con una toccata e fuga ma per una giornata intera: prima a Pergine riempiendo come un uovo la sala (come si vede nella foto) e poi a Rovereto dove era entrato nel luogo dove doveva parlare senza battere ciglio, nonostante la contestazione di un gruppo di oppositori tenuti a distanza da polizia e carabinieri in tenuta antisommossa.

Che sarebbe arrivato a breve in Trentino «a ringraziare gli elettori» Salvini lo aveva anticipato venerdì scorso a Milano, nella prima riunione di tutti gli eletti. Ed in quella occasione a Maurizio Fugatti, Giulia Zanotelli, Vanessa Cattoi, Diego Binelli e Stefania Segnana aveva anche promesso che la sua presenza sarebbe pure servita per «preparare la campagna elettorale in vista delle elezioni provinciali di ottobre».