il caso

Lasciava esche per attirare animali selvatici a Candriai, multato

L’uomo diffidato dal proseguire anche per il rischio di attirare orsi e lupi (foto repertorio Claudio Libera)



TRENTO. Lasciava rifiuti organici per adescare e nutrire la fauna selvatica a Candriai, in due punti appena fuori dal sobborgo, con il pericolo di attirare animali anche tra le case. Per questo l'uomo dovrà pagare una multa di 156 euro. L'indagine, iniziata ad agosto, è stata condotta dagli agenti del Nucleo ambientale della polizia locale di Trento, che lo hanno individuato grazie alla collaborazione di alcuni residenti e del vigile di quartiere dopo vari sopralluoghi e l'analisi di documentazione digitale riproducente le azioni di abbandono di esche.

Convocato in ufficio l'uomo, che abita in zona, è stato diffidato dal proseguire anche in considerazione del fatto che la zona del monte Bondone è frequentata da grandi carnivori come l'orso e il lupo e quindi è assolutamente vietato, ai fini della tutela dell'incolumità pubblica - sottolinea una nota del Comune di Trento - attuare queste azioni di adescamento.













Scuola & Ricerca

In primo piano

tragedia

Dramma a Scurelle, trovato morto nella segheria

La vittima è Natalino Paradisi, 55 anni di Castel Ivano. L’incidente lunedì sera 27 maggio, a dare l’allarme dei passanti. L’uomo sarebbe rimasto schiacciato dalla sponda del camion