La Sportiva, sì all’ampliamento

Ziano, Il consiglio vota la deroga urbanistica. Con la nuova linea produttiva 18 posti di lavoro in più

di Luciano Chinetti

ZIANO. L’assemblea consiliare di Ziano mercoledì sera ha approvato all’unanimità la deroga urbanistica per consentire l’ampliamento della zona produttiva de La Sportiva. Un’azienda leader mondiale delle calzature da arrampicata e da trekking che nel 2011 vantava un fatturato di 42 milioni di euro.

Attualmente La Sportiva, come sottolinea l’amministratore delegato Lorenzo Delladio occupa nella struttura di Ziano 200 dipendenti più altri 92 nell’altra azienda di calzature situata a Montebelluna, in provincia di Treviso.

«Con l’ampliamento dell’azienda – conferma Delladio – potremo assumere nuovo personale che va dalle 14 alle 18 unità a seconda dei macchinari che riusciremo ad inserire. Mi corre l’obbligo però – aggiunge l’amministratore delegato e proprietario dell’azienda – ringraziare il sindaco Fabio Vanzetta, la giunta comunale e tutto il consiglio per la sensibilità dimostrata nei confronti delle nostre necessità concrete di espanderci per ottimizzare e migliorare la produzione. Una decisione tempestiva e lodevole, visto le lungaggini della burocrazia, quella del comune che ci permette di avviare questo nuovo progetto. I tempi lunghi sicuramente ci avrebbero penalizzato e impedito di decollare».

Il progetto di ampliamento che avrà una superficie di ulteriori 450 metri quadrati predisposto dal geometra Francesco Dondio di Tesero, come ha spiegato il sindaco Fabio Vanzetta ha già ottenuto il parere positivo della commissione edilizia comunale. Con l’ampliamento verrà introdotta una nuova linea produttiva. L’investimento previsto, come conferma Delladio sarà di circa 2 milioni di euro «L’opera – ha detto il sindaco Vanzetta - rientra fra le opere di interesse pubblico, per cui è consentito attuare una deroga urbanistica. Questo ampliamento tra l’altro- ha ricordato ancora il sindaco - è funzionale allo sviluppo socio-economico della comunità locale per cui lo proponiamo all’approvazione convinti di guardare al benessere di tutti i cittadini di Ziano e dell’intera valle di Fiemme».

E’ stata poi approvato anche la variante al Piano attuativo ai fini speciali in località Roda predisposto dal geometra Vanzetta e dall’ingegner Gabrielli. La variante prevedeva due distinte modifiche migliorative: l’accesso delle vetture direttamente da nord, cioè da via Roda e la creazione di 4 posti macchina da destinare ad uso pubblico. La pratica era stata acquisita agli atti ancora il 27 luglio con richiesta di esame urgente per non ritardare il proseguimento dei lavori. Anche questa variante è stata approvata all’unanimità.

L’assemblea ha approvato poi anche il Piano di allerta e di emergenza comunale che farà capo al comando dei vigili del fuoco di Ziano per la parte tecnica con finalità di protezione civile e agli uffici amministrativi per l’aspetto burocratico. Il sindaco in apertura di seduta aveva anche comunicato all’assemblea la nomina del novo assessore alle foreste Diego Zorzi, al posto di Paolo Giacomuzzi, che qualche settimana fa aveva rassegnato le dimissioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA