criminalità

La Polizia di Trento arresta un corriere della droga

Un nigeriano di 38 anni trovato in possesso di 30 grammi di eroina purissima, ancora da confezionare in dosi: la droga era nello stomaco dell’uomo

TRENTO. La Squadra Mobile, sezione antidroga, nell’ambito dei controlli voluti dal Questore di Trento presso lo scalo ferroviario di Trento, nonché nelle vie limitrofe la stazione, in collaborazione con un’unità cinofila della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Trento, ha arrestato un cittadino nigeriano di 38 anni, trovato in possesso di 30 grammi di eroina purissima, ancora da confezionare in dosi.

La qualità dello stupefacente, messo in vendita in dosi, avrebbe garantito la possibilità di alimentare l’offerta di droga in città mettendo sul mercato circa 100 dosi per un valore complessivo intorno ai 5.000 euro.

L’uomo aveva occultato la droga nello stomaco, alla vista degli agenti ha provato ad allontanarsi velocemente verso l’uscita della stazione. Ma gli investigatori della Squadra Mobile, insospettiti dalla frenesia dell’uomo, l’hanno bloccato e perquisito, non trovando alcunché. Tuttavia, una volta portato in Questura per ulteriori approfondimenti circa i documenti d’identità in possesso, il trentottenne nigeriano, in preda a dolori intestinali, ha confessato di avere occultato della droga nello stomaco, chiedendo che venisse portato immediatamente in ospedale.

A questo punto, gli agenti della Squadra Mobile hanno prelevato l’uomo per condurlo al Santa Chiara dove dagli esami diagnostici per immagini è stata rilevata la presenza di tre corpi estranei nell’intestino, contenenti l’eroina.