casa

Gardolo, ci sono 25 alloggi a canone moderato pronti per essere affittati

Le domande – solo online – entro il 30 giugno. Fra i requisiti la residenza in provincia da 3 anni



TRENTO. È stato approvato il bando per la locazione a canone moderato di 25 alloggi in via Ernesta Bittanti n. 11 nella Circoscrizione di Gardolo.

È possibile presentare la domanda di partecipazione al bando a partire dalle 9 di martedì 11 maggio ed entro le 16 di mercoledì 30 giugno.

La domanda deve essere inviata esclusivamente online collegandosi allo sportello online del Comune, autenticandosi tramite Spid (Sistema pubblico di identità digitale) oppure Cps (Carta provinciale dei servizi) o Cns (Carta nazionale dei servizi) attivate.

Per presentare domanda è necessario essere in possesso dei requisiti indicati nel bando e descritti sul Catalogo servizi del Comune, tra cui: condizione economico patrimoniale (Icef canone moderato anno 2020) del nucleo destinatario dell’alloggio compresa tra i valori 0,1600 e 0,3900, residenza anagrafica del richiedente da almeno 3 anni in un comune della Provincia autonoma di Trento.

Con ordinanza del Tribunale di Trento il requisito della residenza decennale in Italia è stato dichiarato incompatibile con il diritto europeo e pertanto non trova applicazione.

Le domande possono quindi essere presentate anche in assenza di tale requisito, l’ammissione in graduatoria – spiega il Comune di Trento – rimane condizionata dall’evolversi del quadro normativo e giurisprudenziale.

È possibile chiedere un appuntamento per l’assistenza telefonica alla compilazione della domanda ai numeri 0461/884053 e 0461/884055 nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì dalle 8.30 alle 12.30, giovedì dalle 8 alle 16, venerdì dalle 8.30 alle 12.

Sul sito del Comune sono pubblicati il testo completo del bando e le planimetrie degli alloggi.

Per chi non lo avesse già fatto, è possibile attivare Spid direttamente in Comune, seguendo le istruzioni pubblicate sul sito istituzionale nell’area tematica Smart city o sul Catalogo servizi.

Per avere informazioni o supporto nella fase di preregistrazione è possibile scrivere a cittadinanzadigitale@comune.trento.it o richiedere un appuntamento presso il servizio Innovazione, dal mercoledì al venerdì dalle 8 alle 12.

Gli alloggi sono di proprietà del Fondo Housing sociale Trentino, istituito nel 2013 dalla Provincia autonoma di Trento e dal Cdp Immobiliare Sgr Spa (Gruppo Cassa depositi e prestiti).

Il fondo è gestito dalla Finanziaria internazionale Investments Sgr Spa ed utilizza le risorse provenienti in maggioranza dal Fia – Fondo investimenti per l’abitare, piattaforma istituita a livello nazionale dal Gruppo Cdp per realizzare gli interventi di housing sociale. In Trentino la gestione sociale del fondo è affidata dal 2014 a CoopCasa, società di consulenza del movimento cooperativo trentino, che si occupa sia della gestione immobiliare che dei rapporti con gli inquilini.

















Montagna







Dillo al Trentino