TRENTO

Fufi, la nuova vita (felice) del cane sfruttato per l’elemosina. Che rischiava di essere soppresso

Le volontarie di Zampa Trentina in pressing sul Comune che a distanza di quasi un anno non ha ancora reso operativa la delibera del Consiglio che vieta di mendicare con animali

di Daniele Peretti

TRENTO. Lui è “Fufi”, un cagnolone di una dozzina di chili e 2 anni di età presunta che fino a qualche giorno fa era costretto a seguire il suo padrone a chiedere la carità nelle vie del centro cittadino. Oggi non serve più perché il periodo della questua è finita ed in mendicanti sono in procinto di tornare al loro Paese.

E questa è la fortuna di “Fufi” perché sulla sua strada ha incontrato le volontarie di Zampa Trentina che da mesi marcano stretti questi questuanti e sono state contattate. Senza di loro quasi certamente “Fufi” sarebbe stato in qualche modo soppresso perché per lui non era previsto nessun biglietto di ritorno.

Questa la nota diffusa da Zampa Trentina, nella quale non manca un cenno polemico nei confronti dell’amministrazione comunale che a distanza di quasi un anno non ha ancora reso operativa la delibera del Consiglio comunale che vieta l’elemosina con animali: “Lo riconoscete? Da prima di Natale ce lo segnalavate fuori dai supermercati o sotto i portici, sempre mezzo addormentato. Oggi è con noi. A chi si domanda come abbiamo fatto, rispondiamo che semplicemente ce lo ha ceduto lui perché deve tornare al suo paese e il cane non serve più (questo dovrebbe essere una chiara risposta anche a chi sostiene che loro amano i loro cani e gli andrebbero lasciati). Adesso possiamo solo sperare che al ritorno non abbia un nuovo cane. Purtroppo ad oggi, nonostante sia passato quasi un anno, ancora non è stato approvato il divieto di accattonaggio con animali. Forti di questo (perché loro fanno finta di non capire, ma sanno tutto), questi personaggi facilmente approfitteranno del vuoto legislativo per continuare a fare soldi facili, ahimè. Quindi noi torniamo a sollecitare il sindaco e tutta la politica affinché si adoperino ad evitare che altri cani vengano sfruttati in questa vile maniera. Vi ricordate che questo cane sembrava sempre troppo tranquillo e si faticava a farlo reagire? Beh, oggi con noi è già super attivo, si fa coccolare da tutti, ha tantissima voglia di andare a spasso, si avvicina in maniera socievole e giocosa agli altri cani ed è veramente un amore. Giusto mix di dolcezza e vitalità. Già stasera verrà sverminato e sarà d'obbligo anche un bagnetto e un antipulci. Poi verrà visitato e sistemato.
Lo chiamavano Fufi, adesso vedremo se risponde al suo nome. Ha già fatto la sua prima passeggiata libero di annusare quello che vuole e nessuno lo obbligherà più a stare ore e ore fermo. Si gode anche un cuscinone tutto per lui ed è già rilassato.
Attendendo il nuovo regolamento, ancora una volta siamo intervenute con un preavviso di poche ore. E credeteci, non è facile trovare uno stallo e organizzarsi in così poco tempo. Per questo ringraziamo di cuore la nostra Linda, la mamma Antonella e tutta la famiglia per aver accolto in stallo il nostro nuovo amico peloso. Ha circa 2 anni, peserà sui 15/16 kg, ha il corpo allungato quindi non è tanto alto. A breve seguirà appello ufficiale. Si trova a Trento. Per info Paola 3480120409 o Filly 3458426319
”.