il recupero

Due turisti romagnoli soccorsi sui monti di Andalo

Marito e moglie di 77 anni avevano lasciato il sentiero sopra località Laghet e sono scivolati entrambi, ferendosi: salvati da Soccorso alpino, vigili del fuoco ed elicottero di Trentino Emergenza



TRENTO. Alle 12.30 di oggi, giovedì 14 luglio, è scattato un allarme per due turisti di Cesena di 77 anni scivolati lungo una scarpata per circa 30 metri dopo avere abbandonato il sentiero nel bosco sopra località Laghet ad Andalo.  I due turisti, marito e moglie, entrambi settantasettenni, stavano camminando lungo un sentiero, quando, per cause d'accertare, hanno abbandonato il tracciato, ritrovandosi presto in una zona molto impervia e scivolosa a causa del terreno bagnato per la pioggia. 

Mentre i due coniugi procedevano tra la fitta vegetazione, il marito è improvvisamente scivolato lungo una scarpata per circa 30 metri, riportando diverse ferite. La moglie, spaventata e preoccupata per la caduta del coniuge, si è quindi affacciata sul ciglio della scarpata, scivolando a sua volta e ferendosi agli arti.

Scattato l'allarme l'Area operativa Trentino centrale del Soccorso alpino trentino ha inviato sul posto una squadra di operatori tecnici, richiedendo anche l'intervento dell'elicottero con a bordo il tecnico di Elisoccorso del Soccorso alpino, il medico e l'infermiere professionale. Sono intervenuti nelle operazioni di soccorso anche i Vigili del fuoco volontari di Andalo. 

Formatisi squadre miste del Soccorso alpino e Vigili del fuoco sono iniziate le ricerche dei due turisti, i quali, pur provvisti di telefonino non erano in grado di dare indicazioni precise su dove si trovassero. Grazie però alla testimonianza di altri escursionisti che avevano incontrato i due turisti prima che abbandonassero il sentiero e alla perfetta conoscenza della zona da parte dei soccorritori, è stata individuata subito la zona dell'incidente, a ridosso dei pali della funivia che sale ai Prati di Gaggia. 

Una volta ritrovati e dopo avere ricevuto le prime medicazioni sul posto, i due anziani coniugi sono stati caricati sulle barelle e caricati sull'elicottero con due impegnative operazioni con il verricello effettuate tra gli alberi e trasportati infine all'ospedale Santa Chiara. Le operazioni di soccorso sono terminate alle 16.30 circa.













Scuola & Ricerca

In primo piano

Sport

Sci: niente Coppa del Mondo? Zermatt chiude ai professionisti

In estate le squadre 'elite' non si alleneranno sul ghiacciaio, «Il comprensorio Zermatt Bergbahnen punta in futuro a dedicarsi con la massima attenzione agli ospiti nazionali e internazionali, per migliorare l'offerta e dare maggiore spazio alla forte domanda»