il caso

Contro la movida a Trento pronto un esposto

Ad annunciarlo il comitato anti degrado: si riesce a dormire solo dalle 4 alle 6

TRENTO. Il Comitato anti degrado di Trento è pronto a presentare un esposto in procura contro la movida selvaggia e per ripristinare una situazione che, secondo loro, che sta sfuggendo di mano.

«Anche ieri sera la situazione è sempre la stessa, non capiamo come mai ancora nessuno ha fatto niente. Noi dormiamo con i tappi perché così non si può andare avanti e faremo un esposto alla Procura della repubblica , ai Carabinieri e alla Questura», scrivono i membri del Comitato.

"Movida selvaggia a Trento" le foto della prima notte in zona bianca

Si è scatenata la “movida selvaggia” a Trento. Così la chiama il Comitato anti degrado centro storico. Nel mirino “comportamenti incivili che si verificano tutti i giorni della settimana (nella tarda serata, specialmente dopo le ore 22)" già dal 2017". Per i residenti bisogna intervenire. E al più presto. Nelle foto anche la rilevazione del rumore ben dopo la mezzanotte

«Ci dispiace sempre continuare a documentare per essere creduti, ma è l'unico modo per far arrivare a tutti quello che realmente accade qui ogni notte sperando che qualcuno prenda la situazione in mano il prima possibile perché, si sarebbe potuto evitare tutto questo se ci fosse già un'ordinanza che vieta il bere nelle piazze dopo le ore 23 stando solo seduti al bar», prosegue il Comitato.

«Cosa aspettano non lo sappiamo. Aspettano di mandarci ancora più fuori di testa perché l'altro ieri abbiamo dormito soltanto dalle 4 alle 6».

Il Comitato annuncia l’avvio di una raccolta firme.