grandi opere

Circonvallazione ferroviaria, il Comune di Trento: “No allo spostamento in Destra Adige”

Il sindaco Ianeselli: “Abbiamo chiesto di prolungare al massimo la tratta interrata oltre lo scalo Filzi”. Inaugurato oggi TrentoLab

TRENTO. "Abbiamo scritto una lettera alla commissaria straordinaria Paola Firmi per chiedere il prolungamento massimo possibile della tratta interrata della circonvallazione ferroviaria di Trento verso Nord, oltre lo scalo Filzi". Lo ha detto il sindaco di Trento Franco Ianeselli in occasione dell'inaugurazione di "TrentoLab", lo spazio ricavato al piano terra di Torre Mirana, in via Belenzani, dove è raccolto il materiale e le bozze progettuali di trasformazione della mobilità urbana avviata grazie al protocollo per la realizzazione della circonvallazione ferroviaria del capoluogo.

 "Siamo e rimaniamo disponibili al confronto e a recepire le richieste dei nostri cittadini, per capire come si può migliorare il progetto. Diciamo però fin da subito no a proposte come lo spostamento dell'opera sulla destra Adige, che non riteniamo fattibile", ha aggiunto Ianeselli.

L'iniziativa, con l'allestimento "La città e la ferrovia: un progetto integrato di rigenerazione urbana", si propone di coinvolgere la cittadinanza nei cambiamenti previsti nei prossimi anni, informando le persone sulle grandi opere previste e favorendo il confronto a tutti i livelli.

"Attraverso questo spazio raccontiamo la trasformazione della città di Trento, avviando il percorso per il metaprogetto di rigenerazione urbana assieme ai nostri concittadini", ha spiegato Ianeselli.

Il "TrentoLab" è fruibile liberamente (il lunedì dalle 9.30 alle 12, il mercoledì dalle 15 alle 17 e il venerdì' dalle 10 alle 13), in gruppi o attraverso visite guidate (su prenotazione). Sono inoltre previsti eventi, convegni e incontri riguardanti i progetti di circonvallazione ferroviaria, interramento della ferrovia e tram di superficie.