la manifestazione

Trento Film Festival: il premio Lizard alla Groenlandia vissuta da Robert Peroni

Oggi saranno consegnati anche i premi degli universitari (a “Schianti” dedicato a Vaia) e quello CinemAMoRe (a “PrimAscesa)

TRENTO. Una giornata ricca di emozioni quella di oggi, martedì 4 maggio, per il Trento Film Festival con ben tre riconoscimenti speciali - attribuiti dalle giurie indipendenti – annunciati e consegnati in sala in occasione delle proiezioni dei film vincitori.

Alle 20 in Sala 3 al Multisala Modena sarà consegnato al regista Francesco Catarinolo e al produttore Gianluca De Angelis il Premio Lizard - Viaggio e avventura per il film La Casa Rossa (Italia, Groenlandia/2020/82'). “Questo film meglio degli altri ha saputo raccontare il viaggio e l’avventura in una delle terre abitate più estreme del pianeta. Al suo interno tanti tipi di viaggio: il viaggio dello spettatore alla scoperta di una terra di cui così poco si conosce, il viaggio di Robert Peroni che diventa una missione di vita, il viaggio di un popolo verso la sopravvivenza stessa”, si legge nelle motivazioni della giuria.

  • Schianti
  • Schianti
  • La casa rossa
  • La casa rossa
  • PrimAscesa
  • PrimAscesa

Trento Film Festival: è il giorno di tre riconoscimenti speciali

Il nuovo Premio Lizard - Viaggio e avventura viene assegnato al film La casa rossa, in Sala 3 al Multisala Modena oggi, 4 maggio alle 20. Alle 19.45 doppia premiazione in Sala 2: il Premio CinemAMoRe a PrimAscesa di Leonardo Panizza e il Premio Studenti Università di Trento, Bolzano e Innsbruck a Schianti di Tobia Passigato.

Il film, prodotto da Tekla Films e Vidicom Media con il sostegno di Piemonte Doc Film Fund e IDM Film Fund & Commission, documenta la vita e il lavoro, ai tempi del Covid, dell’esploratore altoatesino Robert Peroni, da 30 anni stabilitosi in una comunità sulla costa orientale della Groenlandia, Paese a cui è dedicata l’intera sezione Destinazione di quest’anno.

La giuria del Premio Studenti delle Università di Trento, Bolzano e Innsbruck ha deciso di assegnare il riconoscimento a Schianti di Tobia Passigato (Italia/2021/15'), in base alla seguente motivazione: “Schianti è una testimonianza che tiene viva la memoria della tempesta Vaia avvenuta nell’ottobre del 2018. Il cortometraggio attira l’empatia del pubblico con un ritmo cadenzato, una fotografia travolgente e le storie commoventi di persone che hanno vissuto questa catastrofe in prima persona. Il film invita a innamorarsi del bosco che è amico, casa e famiglia. Invita a comprenderlo e a prendersene cura, tenendo a mente tutto quel sapere che da tempi immemori viene tramandato di generazione in generazione con uno sforzo costante”. Il premio sarà consegnato al regista oggi alle 19.45 in Sala 2.

Nella stessa occasione sarà annunciato e consegnato al regista il Premio CinemAMoRe, istituito dal coordinamento di Rassegna Internazionale Cinema Archeologico, Trento Film Festival e Religion Today Film Festival, volto a premiare l’opera che valorizzi autori, produzioni, storie e protagonisti del Trentino-Alto Adige, presenti nella sezione Orizzonti Vicini. La giuria ha deciso di assegnare all’unanimità il premio al film PrimAscesa. La montagna creata dall’uomo di Leonardo Panizza (Italia/2021/52’).

Nella motivazione si legge: “Il film di Leonardo Panizza affronta temi attualissimi con un approccio originale e mai paternalistico, adatto a sensibilizzare anche le generazioni più giovani. I protagonisti, carismatici e divertenti, veicolano il messaggio in modo alternativo ed efficace e affrontano un’ascesa paradossale, quasi una performance artistica, mostrando però tecniche e procedure tipiche dell’alpinismo fino alla conquista della vetta”.