Bolzano

Tre furti al bar in soli sei mesi: «Ora dormo qui, con il pitbull»

La protesta di Hama Weisi, titolare del bar di via Firenze dopo i continui raid criminali nel suo locale



BOLZANO. Negli ultimi sei mesi, il suo locale è stato preso di mira dai ladri per ben tre volte. Ogni volta, oltre a portar via un cospicuo bottino, i malviventi hanno causato danni per migliaia di euro. Ogni volta, i ladri vengono immortalati dalle telecamere e, in un caso, lo scorso gennaio, Hama Weisi e la moglie, titolari del bar “Lux Shisha Stage 37” al civico di via Firenze avevano avuto una colluttazione con i delinquenti che, poi arrestati, si erano introdotti nel loro locale, armati di coltellacci. Portare avanti l’attività, insomma, è diventato difficilissimo, se non impossibile.

E così, Hama ha adottato una soluzione drastica.

«Io non ce la faccio davvero più – spiega – e per questo, ho deciso di dormire nel mio locale. Proprio così. Siccome questa gente riesce a farla sempre franca, anche se si sa benissimo chi sia, anche se viene arrestata dalle forze dell’ordine, ho deciso di sorvegliare personalmente il mio locale e dovranno fare i conti con me».

Dovranno fare i conti con Hama e, dettaglio non proprio irrilevante, anche con Khali, il suo splendido pitbull che veglia al suo fianco. «Al primo rumore – promette Hama – io sguinzaglio Khali e i ladri dovranno fare i conti prima con lui, poi con me. Anche qui a Bolzano ci sono troppe persone, irregolari e nullafacenti, che vivono nella illegalità e impediscono di lavorare a chi, come me, vuole vivere onestamente e portare avanti la sua attività. Non ce la faccio davvero più».

















Cronaca







Dillo al Trentino