in consiglio

Segnana: “Entro la prima settimana di maggio vaccinato l’80% dei superfragili”

L’assessore ha spiegato che il calo delle visite specialistiche con esenzione durante la pandemia  è stato del 37%

TRENTO. Il quadro generale legato ai contagi in provincia e le variazioni che hanno subito le visite specialistiche. Sono questi i due temi toccati dall’assessore Stefania Segnana che oggi (20 aprile) ha preso la parola in consiglio provinciale.

"La situazione dei rinvii delle visite specialistiche a causa della pandemia è meno grave rispetto al resto d'Italia anche se si è registrato, nel corso della pandemia, un calo del 37% delle prestazioni specialistiche con esenzione", ha detto l’assessore alla salute. 

A quanto riferito, il calo delle visite di controllo è stato il minore tra quelli registrati in Italia, con un indice del meno 20%. Per le visite legate ai tumori il dato è di meno 3%.

La situazione dei contagi in Trentino – ha proseguito è in continuo miglioramento: l'Rt è pari a 0,69, il tasso di occupazione dei posti letto per i pazienti Covid-19 è del 25% e l'occupazione delle terapie intensive del 41%

A quanto specificato poi da Segnana, la Provincia di Trento ha sospeso, in base al parere espresso dal Cts e dall'Aifa, le vaccinazioni al personale scolastico e alle forze dell'ordine, per dare la massima priorità alle persone fragili e agli anziani. Tutte le seconde dosi dei vaccini Pfizer e Moderna sono state spostate da 21 a 42 giorni, per permettere di estendere il più possibile le prime dosi.

Il Trentino è in testa alla classifica nazionale delle vaccinazioni degli ultra 80enni (86,14%) e tra le prime per i settantenni (27,8%). Più di 98.000 persone hanno ricevuto la prima dose e 41.000 la seconda, mentre il flusso delle dosi (l'88,6% è stato somministrato) sta crescendo.

Il 100% degli ospiti delle Rsa hanno ricevuto la copertura.

Secondo le stime fornite dall'assessore, entro la prima settimana di maggio verrà vaccinato l'80% della popolazione superfragile (circa 18.000 persone), ed entro il prossimo mese 5.000 "caregiver" (le cui prenotazioni al Cup si apriranno domani)