lezioni

Scuola, si parte: ritorno (in presenza) per 69.560 studenti trentini

Lunedì 13 settembre la prima campanella. Iscrizioni in calo dello 0,86%. Incognita Green Pass per i genitori che accompagnano i figli

TRENTO. Lunedì 13 settembre torneranno sui banchi  69.560 studenti trentini. Ritorno, per tutti, in presenza.

Per gli istituti a carattere statale e provinciale - secondo i dati forniti dal Dipartimento istruzione e cultura della Provincia - le classi totali sono 3.282, divise tra scuola primaria, secondaria di 1/o grado e secondaria di 2/o grado.

Sono già al lavoro circa settemila docenti e duemila impiegati amministrativi, tecnici e ausiliari. Per loro Green Pass obbligatorio (vaccino o tampone negativo valido 48 ore), ma è già scontro sulla nuova norma prevista dal governo che prevede il Green Pass anche per i genitori che entrano a scuola per accompagnare i figli. Protestano i presidi: “Ingestibile”.

Gli iscritti alla scuola primaria in Trentino sono 25.530, 16.837 alla secondaria di primo grado, 21.279 alle secondarie di secondo grado, 5.914 alla formazione professionale.

Rispetto allo scorso anno si registra un calo dello 0,86% degli iscritti, in linea con l'andamento demografico. Sono in crescita le iscrizioni ai licei (+1,8%) .

Gli studenti con cittadinanza italiana sono 61.355 (88,2% del totale), gli studenti con cittadinanza straniera 8.205 (11,8%), di cui 5.321 (64,85%) nati in Italia, 2.884 nati all'estero (35,15%).

Il totale delle risorse investite nel 2021 dall'amministrazione provinciale nella scuola trentina ammonta a più di 773 milioni di euro (+16,7 milioni rispetto al 2020), mentre la voce "Investimenti nel sistema educativo e formativo" è cresciuta di oltre 28 milioni.