L'INSEGUIMENTO

Scippano una donna sulla ciclabile a Bressanone, due arresti

Fondamentale l'intervento di alcuni passanti che hanno inseguito i due, favorendo l'intervento dei carabinieri. La donna ha subito lesioni guaribili in 60 giorni

BRESSANONE. I Carabinieri della Compagnia di Bressanone hanno arrestato ieri mattina, 12 febbraio, due stranieri di origine macedone di trentuno e ventun anni, A.A. e A.D., protagonisti di uno scippo ai danni di una donna di 75 anni.

La donna, a bordo della propria bicicletta, stava percorrendo la ciclabile lungo l’Isarco, quando, all’altezza di ponte Mozart, è stata affrontata dai due uomini che le hanno strappato la borsa per poi scappare. La donna, caduta rovinosamente e violentemente a terra, è stata subito soccorsa da alcuni passanti presenti in zona che hanno dato l’allarme.

Due passanti hanno inseguito a piedi i due malfattori, rimanendo in collegamento con i Carabinieri, che accorrevano dalla caserma di via Tratten, e che, grazie alle indicazioni, sono riusciti a bloccare prima uno dei due delinquenti e quindi a rintracciare il secondo poco distante. La refurtiva, che è stata gettata nella fuga nel cassone di un furgoncino presso un cantiere edile, è stata interamente recuperata, ed in seguito restituita alla donna.

I due scippatori sono stati portati in caserma per le formalità di rito e quindi dichiarati in arresto per furto con strappo aggravato e lesioni personali gravi. In seguito sono stati condotti presso il carcere di Bolzano a disposizione della Procura della Repubblica di Bolzano alla quale dovranno rispondere delle rispettive responsabilità penali.

La donna, scossa e ferita, è stata invece portata dai soccorritori all’ospedale di Bressanone dove le sono state riscontrate lesioni guaribili in almeno sessanta giorni di cure.