raccolta firme AI GIARDINI DI ARCO 

Partita la petizione per riportare l’altalena nel parco

ARCO. Parte bene la raccolta firme, o meglio, la petizione che punta a chiedere all’amministrazione comunale di Arco il riposizionamento dell’altalena inclusiva laddove era stata inizialmente...



ARCO. Parte bene la raccolta firme, o meglio, la petizione che punta a chiedere all’amministrazione comunale di Arco il riposizionamento dell’altalena inclusiva laddove era stata inizialmente posizionata e cioè all’interno del parco giochi dei giardini centrali.

Il particolare gioco inclusivo è stato rimosso recentemente in seguito ad un incidente che ha procurato alcune fratture a un bambino che vi era nei pressi. L’azione dell’amministrazione, che ha annunciato attraverso il primo cittadino Alessandro Betta di trovare una nuova collocazione dell’altalena nel parco di via Nas e di proporre per i giardini centrali un nuovo gioco inclusivo più adatto all’alto affollamento del campo giochi, non ha soddisfatto i promotori dell’iniziativa che avevano portato alla raccolta di fondi proprio per l’acquisto e il posizionamento del gioco inclusivo ai giardini centrali. Così ieri mattina e per tutto il pomeriggio ha avuto inizio la raccolta firme per la sottoscrizione della petizione.

Dopo il primo giorno già alcuni fogli risultano riempiti e i promotori sono pronti a organizzare ulteriori appuntamenti per dare modo a tutti di apporre la propria firma.

La petizione chiede formalmente, oltre al ripristino del gioco inclusivo ai giardini di Arco, di installare maggiori segnaletiche che indichino il corretto uso del gioco oltre che di attuare un adeguato controllo da parte delle forze dell’ordine per prevenire atti di vandalismo, oppure che venga installato un idoneo impianto di video sorveglianza anche a tutela dell’amministrazione comunale nei confronti dell’uso improprio di tutti i giochi, compresa l’altalena inclusiva. (l.o.)

















Cronaca







Dillo al Trentino