IL CASO

Orso M49, il Tar respinge la richiesta di sospensiva della Lega per la difesa del cane

Secondo i giudici ordinanza cattura è «congruamente» motivata

TRENTO. Il Tribunale di giustizia amministrativa di Trento ha respinto l'istanza avanzata dalla Lega nazionale per la difesa del cane con la quale si chiedeva la sospensione degli effetti dell'ordinanza, emanata lo scorso primo luglio dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, per la cattura dell'orso M49.

«Il provvedimento contestato - scrivono i giudici - appare congruamente e non illogicamente motivato in ordine alle esigenze di interesse pubblico che intende tutelare; interesse che nella comparazione complessiva appare prevalente, anche atteso che l'esecuzione dell'ordinanza si sostanzia nella mera cattura dell'animale».