I panettoni di Campodenno per i “cugini” di Gonzaga 

L’iniziativa. Confermata anche quest’anno la collaborazione nata dopo il terremoto del 2012 con l’invio nel mantovano di 300 “bidoncini”: il ricavato servirà per affrontare l’emergenza Covid

di Fabrizio Brida
Campodenno. Prosegue anche quest’anno l’ormai consolidato rapporto d’amicizia che lega Campodenno alla città di Gonzaga, in provincia di Mantova, nato in seguito al terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna e parte della Lombardia nel 2012. Una sorta di gemellaggio che ha portato alla condivisione di molte iniziative sociali, culturali e culinarie tra le due comunità.

Per alcuni anni la Pro Loco Castel Belasi ha donato a Gonzaga un abete dei boschi nonesi che veniva posizionato nella piazza cittadina e poi elegantemente illuminato in occasione del Natale. Dopo la tempesta Vaia, però, la Pro Loco ha deciso insieme a Marina Baratti, presidente dei Commercianti mantovani, di sospendere l’iniziativa. Una scelta dettata dalla grande sensibilità verso la natura della gente di Gonzaga, che però ha voluto mantenere saldo, e anzi rinforzare ulteriormente, il legame con la Val di Non aderendoall’iniziativa proposta da “Aiuta gli Alpini ad aiutare srl”, che l’anno scorso ha visto il coinvolgimento anche della Cantina sociale di Gonzaga.

Quest’anno la proposta è stata ripetuta e alla città mantovana sono già arrivati i panettoni i cui proventi serviranno per far fronte all’emergenza Covid. Per dimostrare la consueta solidarietà, inoltre, la Pro Loco ha coinvolto anche il Gruppo Alpini di Campodenno al fine di donare 40 panettoni oltre ai 260 ordinati.

Purtroppo stavolta, proprio a causa della pandemia, i rappresentanti della Pro Loco e dell’amministrazione comunale di Campodenno non hanno potuto consegnare personalmente i panettoni, ma si sono dovuti affidare a un corriere. Il momento particolare che stiamo vivendo ha costretto le due comunità a rimanere fisicamente lontane, ma ha unito forse ancora di più le realtà nonese e mantovane.

A completamento dello spirito di amicizia che le lega, rimane sempre nel cuore della presidente della Pro Loco Nadia Bertagnolli il desiderio e la speranza che, nonostante l’emergenza sanitaria, si possa riprendere anche l’iniziativa dell’albero di Natale da far splendere in piazza G. Matteotti, che sarebbe già stato individuato ed è in attesa di partire alla volta della città mantovana.

L’auspicio è dunque quello di poter assistere, come negli anni scorsi, all’accensione delle luminarie natalizie - segno di speranza - alla presenza della presidente dell’associazione commercianti e del sindaco di Gonzaga, oltre che del primo cittadino e del presidente degli Alpini di Campodenno.