IL FATTO

Cles, trovano e usano un bancomat senza codice per mangiare la pizza, denunciati tre studenti

Hanno usato la somma, 70 euro, anche per acquistare ricariche per il cellulare e cuffiette per ascoltare musica. Ma le telecamere li hanno smascherati. Sempre a Cles due tredicenni sono stati sorpresi a rubare dalle borse di due commesse contanti per oltre 150 euro

TRENTO. Denunciati dai carabinieri di Cles tre studenti minorenni per indebito utilizzo di carta di credito. I tre ragazzi sono accusati di avere recuperato una tessera bancomat da un portafogli smarrito e, prima che il titolare si avvedesse della perdita e ne chiedesse il blocco, l'hanno usata sfruttando il sistema di pagamento «contactless», tecnologia che consente di effettuare acquisti senza digitare codici limitandosi ad avvicinare la carta al lettore e senza digitare il codice.

I tre studenti sono così riusciti a procurarsi cuffiette per ascoltare musica dallo smartphone e a munirsi di ricariche per i propri cellulari. Hanno anche consumato colazioni e mangiato pizza presso bar e ristoranti di Cles spendendo, in tutto, una settantina di euro.

I carabinieri della stazione di Malè, ai quali la vittima si è rivolta dopo aver ricevuto l'estratto conto bancario dal quale ha appreso l'uso fraudolento della sua carta, sono arrivati ad identificare i responsabili del fatto grazie alle immagini immortalate dai sistemi di video-sorveglianza installati presso i negozi dove si erano recati i ragazzi.

Individuati sempre dai carabinieri di Cles due tredicenni che sono riusciti, in un solo pomeriggio, ad introdursi nel retrobottega di due negozi di Cles e a sottrarre dalle borse di due commesse contanti per oltre 150 euro. I ragazzini, anche in questo caso, sono stati identificati attraverso le immagini dei sistemi di videosorveglianza. Per quanto non imputabili, la condotta dei due adolescenti è stata segnalata al Tribunale di Trento.