turismo

Auto a valle: in funivia da Cogolo alle piste di Peio

Firmato l'accordo per progettare il nuovo collegamento e rendere la valle una meta ecosostenibile

PEIO. Al via la progettazione del collegamento tra Cogolo e l’area sciabile di Peio per limitare il traffico veicolare in quota. Questo il principale obiettivo del progetto di nuovo collegamento funiviario tra Cogolo e l’area sciabile di Peio al centro dell’accordo quadro sottoscritto sabato 3 luglio dalla Provincia di Trento, Trentino Sviluppo e il Comune di Peio.

I principi alla base del patto riguardano lo sviluppo della Val di Peio con azioni per la riduzione del traffico veicolare e l’affermazione di questa località come meta per un turismo che guarda alla sostenibilità. L’accordo dà il via alla progettazione della valutazione ambientale strategica e della relativa valutazione di incidenza ambientale per la realizzazione del collegamento. I firmatari si sono inoltre impegnati ad avviare un percorso partecipato con il coinvolgimento dei diversi attori del territorio, tra cui il Parco dello Stelvio, la società Pejo funivie e l’APT locale.
 

L’accordo quadro per lo sviluppo della Val di Pejo come eco-destinazione innovativa e sostenibile e la progettazione del nuovo collegamento tra Cogolo e l’area sciabile di Peio è stato sottoscritto da Sergio Anzelini, presidente di Trentino Sviluppo, Roberto Failoni, assessore al turismo della Provincia autonoma di Trento e Alberto Pretti, sindaco di Peio. Hanno partecipato all’incontro, nella sede del Parco naturale, anche Fulvio Rigotti vicepresidente uscente di Trentino Sviluppo, Luciano Rizzi, presidente dell’APT Val di Sole, Marco Dell'Eva, presidente di Peio Funivie e Romano Stanchina, dirigente del Servizio sviluppo sostenibile della Provincia. 

Il nuovo collegamento tra Cogolo e l’area sciabile di Pejo scriverà un nuovo capitolo per la valle. «La sua realizzazione – ha dichiarato Failoni – permetterà di lasciare le auto a valle e godere a pieno della montagna, rendendo la natura ancora più protagonista e offrendo una esperienza di turismo sostenibile».

L’iniziativa si colloca in un più ampio approccio di valorizzazione della Val di Peio nell’ambito del Parco naturale dello Stelvio quale meta turistica di alta qualità e green, in linea con l’interesse sempre più alto verso la vacanza sostenibile e consapevole che si sta sviluppando a livello locale, nazionale e internazionale.