Nuovo giardino della materna «angolo di gioia per i bimbi»

Mezzocorona. Una bella giornata di sole ieri ha accompagnato l'inaugurazione del nuovo giardino della scuola materna don Leone Parisi di Mezzocorona. Numerose le autorità presenti, così come la...

Mezzocorona. Una bella giornata di sole ieri ha accompagnato l'inaugurazione del nuovo giardino della scuola materna don Leone Parisi di Mezzocorona. Numerose le autorità presenti, così come la cittadinanza ed i piccoli fruitori di questo piccolo angolo di paradiso, accorsi in gran numero. «Come presidente della scuola, oggi sono qui per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile realizzare questo parco - ha esordito la presidente della materna Cristina Stefani -. La gente che ha almeno settant'anni, si ricorderà della manodopera volontaria (coordinata da tecnici) che si dedicava allo scavo e quindi alla messa in opera dell'attuale costruzione, inaugurata nel 1956. Oggi come allora tutta la comunità di Mezzocorona ha partecipato volontariamente alla realizzazione di quest'opera».

I lavori di sistemazione

La parola è poi passata all'architetto Adriano Menapace, che ha illustrato i lavori di sistemazione che sono stati eseguiti. In sintesi, i lavori sono iniziati un paio d'anni fa con il taglio dei grandi e pericolosi alberi al confine del giardino, ad oggi sostituiti da essenze più piccole e gestibili. Il nuovo manto erboso, ora sembra un praticello inglese. È stato rimesso a nuovo anche l'impianto d'irrigazione. Le scale, che dalle aule al piano rialzato portano in giardino, sono interamente in metallo e non più in muratura. Infine, per la gioia dei piccoli alunni della materna, i vecchi ed obsoleti giochi in legno, sono stati sostituiti da nuove attrazioni, più stabili e sicure. Costruzioni in materiali moderni, che rispettano le certificazioni di legge e posa in opera. I due pergolati, sorretti da grandi e colorati matitoni in alluminio, svolgono la funzione di vere e proprie aule all'aperto, durante le giornate di bel tempo. Inoltre, la materna può anche contare su un nuovo cancello d'accesso veicolare e pedonale su via Santa Maria, che sostituisce quello di via Romana. L'intervento dal punto di vista economico è stato importante: il totale dei lavori ammonta a 282 mila euro, in parte finanziati da un contributo di 162 mila euro del servizio istruzione e in parte da un contributo comunale di 10 mila euro. I restanti 110 mila euro sono stati a carico della scuola.

«Le nostre comunità - ha detto il governatore Fugatti - hanno bisogno di iniziative di questo tipo ed hanno bisogno di garanzie per le famiglie affinché possano continuare a credere di poter crescere in sicurezza, noi ci crediamo profondamente ma devono crederci anche le comunità, che sono chiamate a fare la loro parte». D.B.