la canzone

Il “Natale buonista” a ritmo di ska “made in Rotaliana”

Il lavoro di Dario Copertino in arte “Skeggia” che prima di arrivare a Mezzolombardo viveva a Torino e ha fatto parte degli Statuto 

di Marco Weber

MEZZOLOMBARDO. Dal cappello natalizio di Dario Copertino, in arte “Skeggia”, torinese di nascita e rotaliano di adozione, è uscita in questi giorni una chicca natalizia in stile “Mod”.

Una canzonetta leggera ma non priva di significato, che a ritmo di ska parla di Natale. Ma non un Natale qualunque, bensì un “Natale buonista”.

Dario Copertino in gioventù, quando viveva a Torino, è stato componente dei mitici Statuto, nei quali ha militato anche Ezio Bosso prima di diventare un famoso direttore d'orchestra.

Fu allora, ai tempi degli Statuto, che nacque il soprannome “Skeggia” al quale Dario è affezionato e che lo accompagna ancora adesso nelle sue (rare) esibizioni artistiche.

Il movimento “Mod” è nato a Londra alla fine degli anni cinquanta del secolo scorso. Si caratterizza per l'utilizzo di un look curato, musica afrostatunitense (in particolare lo ska e il soul), ma anche beat e rithm and blues, abbigliamento italiano vintage degli anni sessanta e scooter anch'essi italiani (Vespa e Lambretta), spesso adornati con molte luci e specchietti supplementari per richiamare l'attenzione.

Il video a ritmo di ska di “Buon Natale Buonista”, in perfetto stile Mod, è prodotto da Skeggia Mod Identity e vede la partecipazione in qualità di cantante di Alessandro Cocca, musicista trentino di lunga carriera che tra l'altro è stato gestore del famoso Soultrain Music Bar a Trento negli anni fra il 2004 e il 2009. Locale che fu a suo tempo un punto di riferimento per la musica live in Trentino e non solo.

Cocca è conosciuto anche come Ale Soul Dj. Il progetto del video è di Dario e Zoe Copertino, papà e figlia. Le riprese sono di Stefania Giovannini e Zoe Copertino. Di quest'ultima sono anche il montaggio e la postproduzione. Ha collaborato Juan Camilo Corrales Rojas.