Covid

La nuova campagna di Michaela Biancofiore: «Adotta un no vax»

La proposta della deputata bolzanina di Coraggio Italia: «Tutti noi vaccinati abbiamo amici che per svariate motivazioni non sono vaccinati»



BOLZANO. «Il Ministero della sanità e le regioni, a partire dalla mia Provincia di Bolzano, per evitare la sotterranea guerra civile in corso, lancino la campagna simpatia “adotta un no vax”». Lo dice in una nota la deputata di Coraggio Italia Michaela Biancofiore.

«Tutti noi vaccinati convinti della supremazia della scienza, abbiamo amici No Vax per le più svariate motivazioni, che vanno dall’ignoranza alla semplice paura degli effetti collaterali, dovute alle fake news ma anche alla confusione ingenerata da virologi televisivi e da regole contraddittorie. Per non parlare degli anziani soli privi di informazione.

Allora, considerato che non è l’Italia il Paese della caccia alle streghe e della denuncia degli amici, è indispensabile un’operazione “simpatia e amicizia” del porta a porta, che aiuti a convincere -come in una catena di Sant’Antonio, più non vaccinati possibili, prendendoli per mano e accompagnandoli ai più vicini centri vaccinali. Senza forme di violenza o imposizione, ma con la persuasione amicale.

È una sofferenza leggere per esempio, come in una delle perle turistiche del mio Alto Adige, Ortisei, vi siano famiglie ed esercenti l’un contro.

La campagna “adotta un no vax” può contribuire anche ad evitare ulteriori manifestazioni che rischiano di degenerare nella contrapposizione delle esasperazioni», conclude Biancofiore.

















Cronaca

pagamenti elettronici

Da oggi le multe per chi non accetta il Pos

Dai baristi ai negozianti agli artigiani e professionisti: ecco chi deve consentire di pagare con la carta. Sanzione di 30 euro (+4% della transazione rifiutata). I commercianti: «Per noi costi ancora troppo alti»







Dillo al Trentino