Covid

L'infermiera al reparto Infettivi: «Chi nega il Covid dice che si è salvato col sole»

La testimonianza: «Ci risiamo, sta ricominciando e sappiamo esattamente cosa ci aspetta. La sofferenza che vedremo, dei pazienti che stanno male ma anche quella dei loro familiari»

BOLZANO. «Ci risiamo, sta ricominciando e sappiamo esattamente cosa ci aspetta. La sofferenza che vedremo, dei pazienti che stanno male ma anche quella dei loro familiari. La nostra gioia per chi c’è l’ha fatta ed è tornato a casa e il dolore per tutti gli altri».

Parla così Katrin Zelger, infermiera nel reparto di Malattie infettive Covid dell’ospedale di Bolzano, nel video girato per “Wellenbrecher” dal filmaker altoatesino Andrea Pizzini.

«Non ho più voglia di convincere chi nega il Covid, perchè è gente che non ascolta. Ricordo una signora uscita dalla Rianimazione... spiegava che si era salvata perchè aveva i piedi al sole, per i pensieri di guarigione che le mandava il pranoterapeuta.

Dico che tutto ci può stare ma quella signora è salva per l’ossigeno che le è stato somministrato, per il cortisone, per l’eparina, per noi che abbiamo continuato a cambiarla di posizione. Però poi ci sentiamo dire che è stato il sole.

Ho visto pazienti terrorizzati quando consegnavamo i loro letti ai colleghi dell’Intensiva. Ho tenuto la mano stretta ad un uomo di 120 kg, alto 1.80. Ho visto nei loro occhi la paura, quella vera. E non tutti sono tornati».