INNOVAZIONE

In Alto Adige il primo gatto delle nevi a idrogeno

Realizzato dalla Prinoth (Gruppo Leitner)

BOLZANO. Sarà in funzione da sabato sulle piste della Coppa del mondo di sci in Alto Adige il primo gatto delle nevi con un motore elettrico alimentato a idrogeno.

Il battipista ecologico è stato prodotto da Prinoth, società del gruppo Hti (Leitner) con sede a Vipiteno. Per l'assessore alla mobilità della Provincia di Bolzano, Daniel Alfreider, questo progetto si inserisce benissimo nella strategia di promozione dell'idrogeno sostenuta dalla Provincia: "Siamo convinti che nel settore della mobilità l'idrogeno potrà diventare protagonista in futuro, sia per quanto riguarda il trasporto merci come anche il trasporto pubblico. Un battipista alimentato a idrogeno dimostra tutte le potenzialità di questa forma di alimentazione sostenibile." Alfreider sottolinea che trattandosi del primo gatto delle nevi a idrogeno "si può definire un progetto d'avanguardia per il nostro territorio. Complimenti alle imprese coinvolte con a capo i presidenti Anton Seeber e Klaus Tonhäuser e auguro molto successo con questo nuovo mezzo."

Il prossimo passo è chiaro per Alfreider: "Adesso diventa importante investire anche nella infrastruttura di rifornimento per mezzi alimentati a idrogeno e insieme alle Unione Europea abbiamo un piano importante per investire in questo settore. Anche perché l'Alto Adige con le sue forze idriche ha tutte le caratteristiche per usufruire di questa fonte di alimentazione sostenibile."