IL CASO

“Il tuo pacco sta arrivando”: la truffa online arriva anche sui cellulari dei trentini. Attenti allo “smsishing”

L’sms invita a cliccare su un link che i truffatori usano per sottrarre informazioni riservate e dati di carte di credito

TRENTO. “Il tuo pacco sta arrivando, seguilo qui”. Il messaggio, subdolo, arriva via sms e contiene un link apparentemente innocuo ma che nasconde un’insidia: chi ci clicca sopra rischia di aprire la porta del proprio cellulare a un “furto di dati sensibili”, in particolare quelli delle carte di credito.

E’ il classico meccanismo del phishing, che nella fattispecie acquista il nome di “smishing”, perché compiuto – appunto – tramite un sms.

Il messaggio sta circolando in tutta Italia, ma è arrivato anche ad alcuni trentini, che ce l’hanno segnalato.

L’avvertenza degli specialisti, come quelli del sito hdblog.it, è di “non aprire link né inserire dati e non scaricare mai file allegati o contenuti in un sito esterno”.

Il link infatti  “porta su un sito, realizzato per somigliare in tutto e per tutto a quello di una normale azienda di spedizioni, dove si richiede un pagamento per sbloccare il pacco in consegna poiché le spese di spedizione non sarebbero ancora state saldate”.

Usate quindi sempre la massima cautela, quando il messaggio risulta sospetto. Fidatevi solo del vostro buonsenso.