il caso

Fondi riservati, Durnwalder condannato a insegnare ai cittadini extracomunitari

La decisione del tribunale di sorveglianza di Trento. L’ex presidente della giunta provinciale dovrà svolgere 8 ore di lezione alla settimana per 2 anni e 6 mesi al centro Urania di Merano



BOLZANO. L'ex presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder sconterà la condanna a 2 anni e 6 mesi per peculato nella gestione dei fondi riservati a sua disposizione, tenendo dei corsi presso l'Urania di Merano. Si tratta di un centro di educazione permanente e di promozione culturale, gestito da una cooperativa, che propone corsi di vario tipo.

L'ex governatore, che ha guidato la Provincia autonoma per quasi 25 anni, terrà dei corsi su temi culturali e storici, rivolti anche a cittadini extracomunitari per la loro integrazione.

Nell'accogliere la richiesta di Durnwalder di poter scontare la pena con l'affidamento in prova ai servizi sociali, svolgendo cioè lavori socialmente utili, il tribunale di sorveglianza di Trento ha però anche precisato che i corsi non potranno trattare temi politici.

Durnwalder dovrà svolgere 8 ore di lezione alla settimana per 2 anni e 6 mesi, cioè la durata della pena cui era stato condannato per l'utilizzo indebito dei fondi riservati. "Il tribunale di sorveglianza ha accolto la nostra richiesta - commenta l'avvocato difensore Gerhard Brandstaetter - ma riteniamo invece ingiusta la condanna, a 2 anni e 6 mesi, alla quale fa riferimento questa decisione. Ricordiamo infatti che Durnwalder era stato inizialmente assolto sia in primo che in secondo grado".

Nei primi due processi, infatti, i giudici avevano riconosciuto a Durnwalder la buona fede nell'uso dei fondi riservati, ma poi la Cassazione annullò le assoluzioni e così arrivò la condanna nel secondo processo d'appello.

















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 







Dillo al Trentino