AL BRENNERO

Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina dall’Austria, arrestato "passatore"

I carabinieri della Stazione di Vipiteno hanno arrestato un italiano di origine tunisina. Le autorità austriache hanno rifiutato la riconsegna dei quattro migranti presenti in macchina 



BOLZANO. Le limitazioni agli spostamenti transfrontalieri per l'emergenza Covid non fermano i "passatori". I carabinieri di Vipiteno hanno arrestato al Brennero un cittadino italiano per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

I militari hanno fermato al valico un'auto con targa austriaca piena di passeggeri che stava entrando in Italia. Il conducente, un autotrasportatore naturalizzato italiano (nato in Tunisia) residente a Reggio Calabria, già noto alle forze dell'ordine, non ha saputo fornire giustificazione al fatto che i quattro passeggeri marocchini fossero tutti senza documenti d'identità né permessi di soggiorno.

L'uomo è stato arrestato, mentre i quattro migranti sono stati denunciati a piede libero per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

I carabinieri poi hanno cercato di riconsegnarli alle autorità austriache poiché da lì provenivano, ottenendo però un rifiuto in quanto l'ingresso in area Schengen era avvenuto in altro Paese. 













Scuola & Ricerca

In primo piano

tragedia

Dramma a Scurelle, trovato morto nella segheria

La vittima è Natalino Paradisi, 55 anni di Castel Ivano. L’incidente lunedì sera 27 maggio, a dare l’allarme dei passanti. L’uomo sarebbe rimasto schiacciato dalla sponda del camion