IL CASO

Covid, i sanitari no vax in Alto Adige non vogliono cedere: in una settimana solo 50 si sono fatti vaccinare

Dei 3.967 sanitari inizialmente non vaccinati solo 1.674 hanno cambiato idea (foto tema Ansa)

BOLZANO. Nonostante le sospensioni, prosegue il braccio di ferro dell'Azienda sanitaria dell'Alto Adige con il personale no vax.

Dei 3.967 sanitari inizialmente non vaccinati 1.674 nel frattempo sono tornati sui loro passi, ovvero solo 50 in più rispetto al bollettino del 14 luglio. Gli accertamenti in corso sono 262.

Meno di due settimane fa (il 9 luglio), il 38.53% del personale altoatesino che lavora in scuole, asili e università non risultava vaccinato: su un totale di 21.346 dipendenti, i non vaccinati erano 8.224.

Per quanto riguarda invece il personale sanitario non vaccinato erano pronte a partire altre 80 lettere di sospensione che andavano ad aggiungersi alle 161 recapitate nei giorni precedenti. Per la prima volta indirizzate, tra gli altri, anche a farmacisti, operatori delle case di riposo ed ambulatori privati. Ricordiamo che l’Alto Adige all’inizio contava 4.000 operatori non vaccinati su 22 mila poi la situazione è migliorata.