IL PUNTO

Coronavirus, in Trentino dati in miglioramento. Fugatti: “Puntiamo a restare nella zona gialla”

L'Rt si è dimezzato passando dallo 0,9 allo 0,56 e tutti gli indicatori sono in diminuzione. Ma i ricoveri in terapia intensiva sono ancora al 40%

TRENTO. Il Trentino spera che sia confermata la zona gialla. Inoltre non ci saranno interventi o ordinanze per limitare l'arrivo dei proprietari di seconde case da altre regioni. Lo ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, in conferenza stampa. "La scorsa settimana l'Rt della Provincia di Trento si è dimezzato passando dallo 0,9 allo 0,56 e tutti gli indicatori dell'Istituto superiore di sanità e del Ministero sono in diminuzione. L'unico dato i controtendenza, ma comunque in calo negli ultimi giorni, è quello delle terapie intensive, che sono ancora al 40%, mentre quello delle ospedalizzazioni è al 36%", ha aggiunto Fugatti. "L'auspicio - ha sottolineato - è rimanere in zona gialla, ora attendiamo i dati del Ministero".

In Trentino si è registrato un decesso per Covid nelle ultime 24 ore, si tratta di un uomo con più di 80 anni.