la proposta

Coppola: «Esami di laboratorio prima delle vaccinazioni con AstraZeneca»

La consigliera provinciale chiede alla Provincia anche di sottoporre a controlli anche «coloro che lo hanno già ricevuto, per scongiurare eventuali trombosi»

TRENTO.  Esami di laboratorio prima della somministrazione di AstraZeneca. Lo chiede la consigliera provinciale Lucia Coppola che propone alla giunta provinciale anche di effettuare controlli anche a coloro che hanno lo hanno già ricevuto, «per scongiurare eventuali trombosi». 

La consigliera ha messo nero su bianco la propria proposta inserendola in una interrogazione rivolta al presidente della Provincia Fugatti: «Ogni Paese applica le proprie regole per l'uso di Astrazeneca. In Italia, il vaccino prodotto dal colosso anglo-svedese è attualmente raccomandato anche agli over 65. L’Inghilterra sta valutando in queste ore lo stop per gli under 50. Il 3 aprile scorso l’Olanda ha sospeso temporaneamente l'uso di AstraZeneca per tutte le età. In Germania AstraZeneca viene somministrato solo per le persone di età superiore ai 60 anni. A differenza della Svezia, dove AstraZeneca può essere somministrato agli over 65, Norvegia e Danimarca hanno deciso di prolungare lo stop al vaccino almeno fino al 15 aprile. La Spagna è stata fino ad ora uno dei pochi Paesi europei a mantenere un limite massimo di 65 anni per i destinatari del vaccino AstraZeneca. La Francia ha deciso lo scorso 19 marzo, a seguito dello stop europeo, di riservare il vaccino alle persone di età superiore ai 55 anni. Intanto anche nel nostro Paese si accavallano le notizie di nuovi presunti casi di trombosi cerebrale legati al coagulo del sangue in pazienti trattati da pochi giorni con questo vaccino. Tutti comprendiamo che abbiamo a che fare con un virus poco conosciuto, che i vaccini sono da poco in commercio e se ne stanno ancora studiando l'efficacia e la durata della protezione. In attesa di dati certi sulla sicurezza del vaccino Astrazeneca e per rassicurare coloro che hanno ricevuto questo vaccino o lo riceveranno chiedo di sapere se il presidente Fugatti ritenga opportuno disporre che alle persone che verranno vaccinate con Astrazeneca e a quelle che lo hanno già ricevuto siano prescritti degli esami di laboratorio per verificare la propensione degli stessi a sviluppare una trombosi; se la scelta del tipo di vaccino che verrà somministrato sia subordinato ad una attenta anamnesi del soggetto che lo riceverà».