Il caso

Bolzano: l’inquilina è in ospedale, i ladri le svaligiano la casa

Il furto messo a segno dai topi d'appartamento al civico 32 di via Bari: a scoprire che l'abitazione era stata messa a soqquadro è stato il figlio



BOLZANO. Rubare qualcosa a qualcuno è sempre un gesto odioso. Entrare nella casa di una persona malata, che si trova in ospedale, e svaligiargliela è da infami.

Anche perché chi si è introdotto in un appartamento al piano terra al civico 32 di via Bari, probabilmente sapeva che la proprietaria si trova ricoverata in questi giorni all’ospedale San Maurizio.

Non è una novità, infatti, che nella quasi totalità dei casi, chi si introduce nelle case degli altri per ripulirle, lo fa dopo aver attentamente osservato gli spostamenti e le abitudini di chi vi abita.

I ladri sono riusciti ad introdursi nell’alloggio, forzando la porta del balcone su cui erano saliti senza difficoltà. Una volta dentro, hanno avuto tutto il tempo per mettere a soqquadro armadi e cassetti di ogni stanza e poi di andarsene con gioielli per un valore complessivo di qualche migliaia di euro. Una sorta di meticolosa perquisizione, insomma, portata a termine con calma e facendo attenzione a non fare rumori che potessero insospettire i vicini di casa.

A fare la brutta scoperta è stato il figlio della proprietaria che è entrato a casa della madre e ha trovato tutto sottosopra. Non gli è rimasto altro da fare che chiamare la polizia e, nelle ore successive, sporgere denuncia.

I consigli per evitare di avere brutte sorprese sono sempre gli stessi: osservate sempre se attorno a casa vostra vedete persone sospette che si aggirano nella zona, state attenti se udite rumori strani provenire dall’appartamento dei vicini che sapete essere in vacanza o, come in questo caso, in ospedale. E non esitate a segnalare i vostri sospetti alle forze dell’ordine, chiamando il numero unico d’emergenza 112.

















Cronaca







Dillo al Trentino