Arrivati in Trentino 110 profughi afghani: ospitati a Riva del Garda

Ci sono anche bambini piccoli: saranno accolti nelle caserme per la quarantena per poi essere smistati in altri Comuni (foto di archivio Ansa)

TRENTO. Scortati dai carabinieri, a bordo di tre pullman dell’esercito partiti da Fiumicino, sono arrivati questa mattina (25 agosto) in Trentino 110 profughi afghani evacuati dal loro paese in guerra.

Si tratta di persone che a vario titolo hanno collaborato con l’esercito e le istituzioni italiane e ora devono essere protette dalla vendetta dei talebani. Intere famiglie, ci sono anche bambini molto piccoli.

Saranno ospitati nella Base logistica addestrativa a Riva del Garda di proprietà dell'Esercito, dove i profughi osserveranno un periodo di quarantena al termine del quale - queste le indicazioni del Governo - saranno seguiti dal Ministero dell'Interno per tutte le procedure connesse all'accoglienza per asilo politico e per stabilire le future destinazioni. 

Sono già in Trentino i primi profughi provenienti dall’Afghanistan

Sono giunti questa mattina in Trentino i primi 90 profughi afghani. Sono arrivati a bordo di tre pullman dell’esercito, scortati dai carabinieri. Usciti dall’autostrada a Rovereto Sud, hanno proseguito verso Riva del Garda, loro prima meta.

I profughi saranno seguiti dalla Croce Rossa nell’ambito del programma del ministero che si sta occupando delle persone evacuate dall’aeroporto di Kabul in questi giorni, dopo il ritorno al potere dei talebani.