«Alex, siamo certi che stai  spiccando il tuo volo più bello» 

Il funerale di Tovazzi. La Collegiata di Arco ha raccolto tutto il dolore dei familiari e dei tanti amici del 41enne morto in un incidente di volo. Il parroco: «Vedere tutte queste persone dimostra quanto affetto ha lasciato a ognuno di noi»

Arco. Alessandro Tovazzi ha spiccato il volo per l’ultima volta, sorvolando i parenti, gli affetti più cari e gli amici di una vita che lo hanno salutato per l’ultima volta ieri pomeriggio alla Collegiata di Arco. Una cerimonia funebre partecipata e sentita che ha commosso tutti e nemmeno le norme anti covid hanno fermato l’amore e il bene che Tovazzi ha sparso nella sua vita vissuta sempre al massimo. Mascherine sui volti rigati di lacrime e un umore grigio per non poter più chiacchierare, ridere, scherzare, arrabbiarsi, gioire, viaggiare, parlare, e, soprattutto, volare, insieme al proprio figlio, amico, compagno di avventure.

Tovazzi, deceduto in seguito a un incidente di volo che lo ha visto coinvolto sopra i cieli di Migliaro, a Cremona, e che ha portato alla morte del pilota del piccolo veivolo che insieme ad altri paracadutisti lo aveva portato in quota, lascia un vuoto incolmabile in tutta la comunità arcense. Un affetto dimostrato dalla partecipazione e dalle numerose corone di fiori, tra cui quella del gruppo della Brento Base School di Pietramurata. Una vita, quella di Tovazzi, improntata sul volo e come ha ricordato il parroco di Arco colma «di voglia di vivere e di libertà». La cerimonia funebre ha visto in chiusura gli interventi di alcune delle persone a lui più care che hanno sottolineato quanto Alessandro vivesse il volo come una passione e come «vedere tutte queste persone dimostra quanto affetto ha lasciato a ognuno di voi, quanto noi cari ci sentiamo abbracciati e siamo certi che ora sta spiccando il suo volo più bello». L.O.