l’allarme

Escursioniste disperse: ricerca (a lieto fine) con i visori notturni in val di Fumo

Le due donne di Mezzocorona erano attese al rifugio. L’allarme alle 21.30: sono state rintracciata dall’elicottero dopo circa un’ora illese ma sfinite

TRENTO. Si è concluso intorno alle 23 di ieri 29 luglio un intervento per la ricerca di due escursioniste di Mezzocorona del 1972 e del 1948 disperse tra la Val di Breguzzo e la Val di Fumo.

L'allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 è stato lanciato intorno alle 21.30 dal gestore del rifugio Val di Fumo, che le stava aspettando.

Le due donne sarebbero dovute arrivare al rifugio, dopo essere partite dal rifugio Trivena in Val di Breguzzo.

Il Coordinatore dell'Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Capostazione della Valle del Chiese, ha chiesto l'intervento dell'elicottero che ha imbarcato a bordo a Breguzzo due operatori della Stazione per effettuare un sorvolo e provare a individuare le due escursioniste dall'alto grazie ai visori notturni.

L'elicottero ha ripercorso il sentiero che dal rifugio Trivena arriva al passo San Valentino ed ha proseguito verso il rifugio Val di Fumo.

Valle del Chiese 0739

Intorno alle 22.30 le due donne sono state individuate circa 200 metri a valle del Passo San Valentino, lungo il sentiero sul versante della Val di Fumo, in una zona dove i telefoni non hanno campo.

L'elicottero ha verricellato il Tecnico di Elisoccorso, che ha recuperato a bordo le due escursioniste, illese ma sfinite.

Trasferite a Breguzzo, sono state sottoposte a un controllo sanitario da parte dell'equipe medica dell'elisoccorso. Le due donne non hanno avuto bisogno del ricovero in ospedale e sono state riaccompagnate alla macchina dagli operatori della Stazione Valle del Chiese.