Il caso

Le sequestrano due case per 250 mila euro: le avrebbe comprate rubando agli anziani

Una 64enne residente a Rimini condannata per furti commessi a partire dal 1997 anche a Trento 

RIMINI. Case acquistate con i proventi di furti ai danni di anziani. Due immobili per il valore di 250 mila euro sono stati sequestrati ad una 64enne di origine sinti residente a Rimini già sottoposta alla misura di sorvegliata speciale.

Il 27 settembre il Tribunale di Bologna, sezione misure di prevenzione, ha confermato il lavoro investigativo svolto dalla Polizia di Stato di Rimini disponendo il sequestro cautelare finalizzato alla confisca dei beni che secondo le indagini la donna avrebbe acquisito con denaro di provenienza illecita attraverso reati contro il patrimonio commessi a danno di anziani, privati dei propri averi con la notoria tecnica dell'abbraccio.

La donna è stata riconosciuta colpevole di numerosi furti pluriaggravati commessi, sin dal 1997, a Padova, Urbino, Trento, Riccione, Cesena, Gabicce, Fano, Gradara, Cortina d'Ampezzo, Milano Marittima e negli ultimi anni nella provincia di Forlì-Cesena.